Home Lezioni O Sole Mio – Tutorial e Spartito per Pianoforte

O Sole Mio – Tutorial e Spartito per Pianoforte

4
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
O Sole Mio - Tutorial e Spartito per Pianoforte, 5.0 out of 5 based on 1 rating

O Sole Mio è una delle canzoni italiane (per essere precisi, napoletane) più conosciute a livello internazionale. È un brano che esprime pienamente la cultura e il clima che si vive nel Sud Italia.

Che bella cosa na jurnata ‘e sole,
N’aria serena doppo na tempesta!
Pe’ ll’aria fresca pare gia’ na festa…
Che bella cosa na jurnata ‘e sole.

Che bella cosa una giornata di sole, un’aria serena dopo una tempesta. Un’aria fresca, sembra che sia già festa, che bella cosa una giornata di sole.

Ma n’atu sole
Cchiu’ bello, oi ne’.
‘O sole mio
Sta ‘nfronte a te!
‘O sole, ‘o sole mio
Sta ‘nfronte a te!
Sta ‘nfronte a te!

Ma un altro sole più bello non c’è, o sole mio sta di fronte a te. O sole, o sole mio, sta di fronte a te, sta di fronte a te.

Quanno fa notte e ‘o sole
Se ne scenne,
Me vene quase ‘na malincunia;
Sotto ‘a fenesta toia restarria
Quanno fa notte e ‘o sole
Se ne scenne.

Quando fa notte e il sole cala, mi viene quasi una malinconia; Resterei sotto la tua finestra quando fa notte e il sole scompare all’orizzonte.

Storia del brano

La storia del brano è piuttosto insolita per non dire bizzarra.
Il musicista Eduardo Di Capua e il poeta Giovanni Capurro, grandi amici nella vita, sono stati gli ideatori di questa fantastica canzone.

Così come nel duo Battisti-Mogol, quando si fondono talento musicale con quello letterario, il successo è assicurato.

Il brano nasce nel 1898, non a Napoli ma in un posto ben più lontano. La città si chiama Odessa e si trova in Ucraina. Il musicista si dice sia stato ispirato dal sole che sorgeva dalla finestra sul Mar Nero. Dunque non è Napoli il soggetto principale di questa canzone e non è da ricercare lì la prima fonte di ispirazione. Tuttavia, ancora oggi il brano rimane il simbolo e l’emblema di Napoli.

Tutorial per pianoforte

Qui di seguito puoi trovare il video del tutorial per pianoforte per imparare a suonare la canzone, note per note:

Note della Canzone

STROFA:

RE DO si la sol,

sol la si sol fa# mi,

fa# sol la fa# mi mi,

fa# sol la mi re re,

RE DO si la sol,

sol la si sol fa# mi,

DO si la RE si la sol,

la si la sol sol

RIT:

SOL SOL FA# RE RE,

FA# FA# MI DO DO,

FA# FA# MI DO DO,

la si DO RE,

RE MIb MIb,

DO SOL MIb RE RE,

si la sol RE,

si la fa# sol.

Accordi per Pianoforte

STROFA:

SOL | SOL | DO | DO | LAm | RE | SOL | SOL |

SOL | SOL | DO | LAm | RE SOL | RE | SOL |

RITORNELLO:

SOL | SOL | LAm | LAm | RE | RE | SOL |

DOm | DOm | SOL | SOL | RE | RE7 | SOL

Spartito per Pianoforte

Pianosolo consiglia

4 COMMENTI

  1. Ciao Christian, quando fai questi tutorial ti dispiacerebbe scrivere tu la partitura anzichè rimandare a file di pubblico dominio, che differiscono dalle note e dagli accordi che spieghi nel video?
    Grazie.

    • Mi associo alla richiesta di Marco ed, in più, ritengo che sarebbe utile (direi quasi indispensabile) disporre di uno spartito con la diteggiatura e il segno del pedale. (Se stiamo seguendo un tutorial significa che siamo principianti!!!)
      … Christian, Christian… ti seguo da anni ma, con tutta la buona volontà che ci metti, alla fine non è che ci rendi le cose così facili come sembra…!!!
      Sono tre anni che cerco di suonare il tuo arrangiamento di Malafemmena e tantissimo tempo l’ho perso a studiare la diteggiatura (della quale non sono ancora soddisfatto!!)
      Comunque, grazie per tutto quello che fai per noi eterni principianti…

      • Ciao Pino, come già risposto a Marco, non è possibile, per questioni legali, inserire una mio arrangiamento di tale brano.
        Se metto un videotutorial significa che da esso è possibile vedere sia quali note suonare ma anche quali dita adottare. Lo spartito invece lo inserisco per chi è un po’ più avanti negli studi e non intende guardare il tutorial.
        Cerco sempre di fare del mio meglio, e spero che questo si noti dalla passione che ci metto nelle cose. 🙂 Ciao!!

    • Ciao Marco, mi piacerebbe purtroppo, come scritto anche nell’articolo, lo spartito non è di pubblico dominio, perciò non mi è possibile scrivere una mia trascrizione senza autorizzazione. Ecco la spiegazione 🙂 .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here