Home Articoli Che metronomo scegliere? 3 tipologie di metronomo a confronto

Che metronomo scegliere? 3 tipologie di metronomo a confronto

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI

Il metronomo, dal greco métron, “misura” e nòmos, “legge”, è uno strumento che serve a misurare il tempo e a scandire ed esplicitare il ritmo.

Viene utilizzato in musica per comprendere il tempo musicale e la velocità esatta di un brano, diventando un supporto allo studio che aiuta a rimanere costanti ritmicamente, evitando di accelerare e rallentare quando non è richiesto.

Sebbene tra gli studenti di musica di tutto il mondo non sia molto amato, il metronomo è uno dei migliori alleati per lo studio, un must have che ogni musicista deve avere accanto al proprio strumento.

Se stai cercando il metronomo più adatto a te, cercherò di aiutarti nella scelta. Vedremo, infatti, le principali 3 tipologie di metronomo a confronto, evidenziando i pro e i contro di ciascuna tipologia.

Metronomo meccanico

Pro

  • Feeling e manualità
  • Oggetto di arredamento che ha il suo fascino
  • Pulsazioni ben scandite e livello sonoro alto

Contro

  • Costo elevato
  • Non sempre preciso
  • Delicato, se cade a terra rischia di rompersi
  • Quando si scarica inizia a decelerare
  • Difficile da trasportare

 

Metronomo elettronico

Pro

  • Preciso
  • Con misure semplici e composte per gli accenti ritmici
  • Relativamente economico
  • Trasportabile

Contro

  • A batteria (solo gli ultimissimi modelli hanno una ricarica usb)
  • Effetto plasticoso anni 90′ al tatto
  • Click non sempre udibile

 

Metronomo su APP telefono

Pro

  • Gratuito
  • Preciso
  • Contiene centinaia di funzionalità utili allo studio
  • Possibilità di usarlo in cuffia

Contro

  • Volume che dipende dalle casse del telefono
  • Qualche volta se il telefono non ha memoria o si hanno troppe applicazioni aperte il metronomo salta alcune pulsazioni o non è precisissimo

Il nostro verdetto

Se si ha una disponibilità economica da investire in questo strumento il consiglio è sicuramente orientato verso il metronomo meccanico, ad esempio questo modello. La stessa differenza che vedo fra un pianoforte acustico ed un digitale è la stessa che riscontro in un metronomo meccanico rispetto ad un metronomo digitale. Il feeling, il contatto con lo strumento, l’azione meccanica hanno su di me un fascino irresistibile, a dispetto delle possibili pecche riscontrate.

In caso contrario punterei su un’app come Soundbrenner per Android o Ios.

E tu che tipologia di metronomo usi? Hai un’app o un modello specifico da suggerire?

Buono studio… possibilmente con il metronomo!

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here