Home Teoria ABC L’importanza di una buona lettura dello Spartito

L’importanza di una buona lettura dello Spartito

2
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
L'importanza di una buona lettura dello Spartito, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Per i miei primi 10 anni di insegnamento oggi vorrei condividere con te l’importanza di una lettura veloce e solida al pianoforte dello spartito, sia in chiave di basso che in chiave di violino.

Leggere velocemente ti permette di mantenere vivo l’entusiasmo e non demotivarti, rischio frequente quando si è alle prime armi e le difficoltà sono maggiori.

Un suggerimento che mi fu dato alle prime lezioni: “Leggi tante pagine, qualsiasi note siano, leggi, non è importante anche suonarle, ma leggi il più possibile“.

video

Leggere musica è come imparare una lingua: più si legge e si capisce e maggiore sarà la riuscita nell’affrontare i passi successivi, riuscendo anche a divertirsi.

Una mia allieva di talento, Valentina (15 anni) aveva delle difficoltà di lettura che sono state sbloccate attraverso la pratica. Dopo aver acquisito fluidità di lettura,  come per magia, era in grado di portarmi anche cinque o sei pagine invece delle tre che le davo come compito (vi garantisco che un allievo che svolge più compiti di quelli assegnati è una grande soddisfazione per un maestro).

Saper leggere velocemente ti avvicinerà allo strumento e a molta musica. Potrai essere in grado di apprendere un brano nella metà del tempo in cui sei abituato a farlo.

In conclusione, alcuni suggerimenti pratici:

  • Leggi qualsiasi spartito (facile o difficile)
  • Solfeggia ogni spartito (oltre ad imparare le note è fondamentale per prendere familiarità con il ritmo e la durata delle note, non odiarlo)
  • Sii paziente. Il lavoro paziente e costante porterà a dei risultati. Te lo garantisco.

Clicca qui per migliorare la lettura della chiave di basso.

Pianosolo consiglia

2 COMMENTI

  1. Salve ho studiato da ragazzo pianoforte dopo gli esami del 5° annanno mi sono bloccato nel sensenso che non ho avuto più la foforza di completare gli studi !
    Oggi a 70 sonati ho ripreso pian pianino i contatti con lo strumento e ascolto come da sempre tanta musica …..certo che la passione non mi manca e cerco di studiare come meglio posso Sto leggendo pian pianino lo studio rivoluzionario di chopin e anche quel po’ di bach che avevo iniziato dopo il 5° anno chi sa dove posso arrivare studiando da solo ci vuole molta tecnica e anche quella anche se a modo mio cerco di farla.
    Grazie!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here