Home Classica La cumparsita – Tango

La cumparsita – Tango

1
La cumparsita – Tango, 5.0 out of 5 based on 291 ratings

 

Il brano più significativo nella storia del tango.
Correva l’anno 1916 quando un giovane studente della facoltà di architettura all’università di Montevideo: Gerardo Hernan Matos Rodriguez, denominato “Becho”, nell’atmosfera fumosa del caffé “La Giralda” (oggi palazzo Salvo) di Montevideo, in Uruguay, compose una piccola marcia dedicata al circolo di studenti al quale apparteneva (denominato”La Comparsa” di Montevideo) intitolandola per l’appunto la “Comparsita” e trasformata poi in “Cumparsita”.

La cumparsita è un brano complesso, non per chi è alle prime armi! Dategli comunque un’occhiata, magari seguendo le note sullo spartito, un buon ascolto è sempre utile. L’esecuzione del pezzo è nelle mani di Hugo Aisemberg, pianista argentino attualmente dirigente artistico del “centro astor piazzolla”.

Puoi trovare una versione per pianoforte di questo brano a questo link.

Pianosolo consiglia

Articolo precedenteLudovico Einaudi (Biografia e Spartito I Giorni)
Articolo successivoImpostazione delle dita e posizione per suonare il pianoforte
Marketing manager e Webmaster di Pianosolo.it, mi occupo delle relazioni con gli investitori, della pianificazione di strategie di comunicazione e marketing, dello sviluppo e gestione del sito Web. Per qualsiasi informazione visita la pagina dei contatti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here