Home Tecnica Blues Intro e finali – Lezione n.14 corso di piano blues

Intro e finali – Lezione n.14 corso di piano blues

2

Ciao a tutti!

Questa è la quattordicesima lezione del mio corso di Piano Blues!

Oggi parleremo di introduzioni e finali (outro).

Proviamo a costruirne alcuni insieme!

Intro e outro nel Blues – Lezione n.14 Corso di Piano Blues from Pianosolo on Vimeo.

[separatore]
[woocommerce_members_only key=”gold”]

Intro

Per la nostra prima introduzione utilizziamo un riff classico del blues in tonalità di Do Maggiore.

In questo primo esercizio la mano sinistra suona i seguenti accordi : C7 in posizione fondamentale e F7 in posizione di terzo rivolto.
La parte finale del pattern è costituita da due note suonate ad ottava ovvero Lab e Sol.

Per la mano destra utilizziamo una frase costruita sulla scala blues di Do, ottima per improvvisare sulla tonalità di Do Maggiore, e sul finire del riff utilizziamo due accordi : Ab7 e G7 entrambi costruiti in posizione di terzo rivolto.

Esercizio 1 intro

Come secondo esercizio proviamo a modificare la coda finale del nostro pattern, provando a far scendere il nostro 5°dito (mignolo) dal Do al Sib, La, Lab e Sol mantenendo il Do con il nostro 1°dito (Pollice) per poi costruire gli accordi di Ab7 e G7 per finire.

Esercizio 2 intro

Possiamo anche suonare con le mani a due ottave di distanza anziché una sola ottava, ottenendo un sound più ricco.
Costruiamo questa Introduzione come l’’esercizio n.2, ma modificando ancora una volta la coda finale, utilizzando le ottave di Do, Sib, La, Lab e Sol per poi aggiungere gli accordi di Ab7 e G7 per finire.

Fig 3

Outro

Per il primo finale o “Outro” utilizzeremo il più classico e quindi più usato dai pianisti blues.

Lavoriamo con la quinta (Sol) e con la terza (Mi) dell’’accordo di Do maggiore che scendono una verso il Mi e l’’altra verso il Do. Il finale serve e a concludere un brano blues, ma di solito dopo questo pattern si utilizzano gli accordi di Db7 e C7, un cromatismo per concludere al meglio la nostra esecuzione.

Esercizio finale 4

Come secondo esercizio proviamo adesso a crearne uno utilizzato molto anche dai musicisti di jazz.
Questo è un vero e proprio pattern, ovvero una frase usata dai pianisti e non solo per concludere i brani blues suonati in chiave jazz.

Questo tipo di Outro si basa sulla nota di do suonata ad ottava, il Mi, Fa, Fa#, Sol, La, Si, Do.

Esercizio finale 5

Come terzo esercizio possiamo costruire un ultimo finale utilizzando per la mano sinistra e per la mano destra la nota di Do suonata ad ottava e proseguire con il Sib, La, Lab, ed il Sol mantenendo il Do con il 1° dito (pollice mano destra) e 5°dito (mignolo mano sinistra).
Per finire utilizziamo i due accordi di Db7 costruito in posizione di 4° Rivolto e C7 suonato in posizione fondamentale.

Esercizio finale 6

Per continuare a suonare il vostro blues, potrete finire su un grado differente dal 1° che solitamente conclude il brano ma ad esempio sul 5° grado (Db7 – G7) così da poter andare avanti con il vostro giro di blues.

Scarica le dispense

[/woocommerce_members_only]

Pianosolo consiglia

Articolo precedenteEye Play The Piano
Articolo successivoStudio n.12 Duvernoy Op. 276
Pianista, Toy Pianist, Compositore, Didatta talentuoso musicista toscano, classe 1985, inizia lo studio nel 1999 da prima seguendo corsi di musica classica fino ad arrivare allo studio del pianoforte moderno. Grazie alla passione del pianoforte, si sviluppa in lui un forte interesse per la musica di qualsiasi genere e per la composizione. Nel 2008 viene ammesso all’Istituto Musicale P. Mascagni dove ha la possibilità di frequentare il Triennio di Musica Jazz sotto la guida del M° Mauro Grossi. Qui forma le sue conoscenze come jazzista e come arrangiatore di piccoli gruppi di musica Jazz, attraversando vari generi musicali ed è proprio durante il corso di Analisi Musicale del M° Fabio de sanctis de benedictis che scopre la musica contemporanea e i compositori che hanno rivoluzionato il modo di pensare in musica. Musicisti come J. Cage, K. Stockhausen, L. Berio.. In questi primi 10 anni di musica come professionista, ha avuto modo di collaborare con artisti internazionali del panorama Jazz e della musica moderna. Ha partecipato a festival come Rapallo Jazz & Blues, Pistoia Blues, Terni Jazz Festival, Grey Cat Jazz Festival, Soulisland Festival e si è esibito in Germania, Spagna, Inghilterra, Galles, Irlanda, Scozia, Olanda, Norvegia, Svizzera. Nell’ Aprile 2012 è uscito il suo primo Album in Piano Solo dal titolo “6 milioni di domande”per l’etichetta Cama Records distribuito da Edel. Al disco è seguito un breve tour di presentazione in tutta Italia e non solo, tour che ha visto partecipe alcune location d’occasione come l’evento Internazionale “Piano City Milano” (Stazione Garibaldi 12.05.12), Fnac Firenze – I gigli e Fnac Siviglia, Spagna. Dal 2012 collabora come "Toy Pianist” con l’associazione e centro studi di ricerca Tempo Reale fondata da Luciano Berio nel 1987.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here