Home Articoli Concerti Inno alla gioia – Beethoven – Spartito pianoforte

Inno alla gioia – Beethoven – Spartito pianoforte

0

L’Inno alla gioia di Ludwig van Beethoven fu composto nel 1824, e lo troviamo nel movimento finale della sua ultima e probabilmente più famosa sinfonia, la Sinfonia n. 9. La prima ebbe luogo a Vienna il 7 maggio 1824, e nonostante l’orchestra avesse preparato e provato poco la sinfonia, il pubblico ne fu estasiato. Era la prima volta che Beethoven appariva sul palco dopo 12 anni.

Si narra che alla fine dell’esecuzione (anche se alcune fonti dicono che potrebbe essere stato dopo il 2° movimento), Beethoven continuò a dirigere anche se la musica era finita. Uno dei solisti lo fermò e lo fece girare per prendere gli applausi. Il pubblico era ben consapevole della salute e della perdita dell’udito di Beethoven, così, oltre ad applaudire, lanciarono i loro cappelli e sciarpe in aria in modo che lui potesse vedere la loro schiacciante approvazione.

Questa sinfonia è considerata da molti importanti musicologi come una delle più grandi opere della musica occidentale. Ciò che la rende così speciale è l’uso che Beethoven fa della voce umana; fu il primo grande compositore a includerla in una sinfonia. Per questo la Sinfonia n. 9 viene indicata come la Sinfonia Corale.

La nona sinfonia di Beethoven, con un’orchestra più grande di qualsiasi altra all’epoca e un tempo di esecuzione di ben oltre un’ora (più lungo di qualsiasi altro lavoro sinfonico), fu un punto di svolta importante per la musica classica; fu una catapulta nel periodo romantico, dove i compositori iniziarono a rompere le regole della composizione e ad esplorare l’uso di grandi ensemble, emozioni estreme e orchestrazione non convenzionale.

Beethoven adottò nel movimento finale il testo scritto nel 1785 da Friederich Schiller, famoso poeta e tragediografo tedesco. L’Inno alla gioia esprime la visione idealistica di Schiller sullo sviluppo di un legame di fratellanza fra gli uomini.

Nel 1972 il Consiglio d’Europa ha adottato il tema dell’Inno alla gioia di Beethoven come proprio inno. Nel 1985 è stato adottato dai capi di Stato e di governo dei paesi membri come inno ufficiale dell’Unione europea.

 

Noi abbiamo cercato per te alcune trascrizioni facili per pianoforte.

Inno alla gioia facilissimo

Download

 

Inno alla gioia facile con accordi

Download

 

Inno alla gioia di media difficoltà

Download

 

Inno alla gioia estratto trascrizione di Liszt

Download

 

Hai da segnalare una tua versione dell’Inno alla Gioia?

Per qualsiasi necessità siamo a tua disposizione. Commenta qua sotto.

Pianosolo consiglia

Articolo precedenteComporre Musica: Come Fare
Articolo successivoNotturno n.20 di Chopin – Spartito e Spiegazione
Marketing manager e Webmaster di Pianosolo.it, suono il pianoforte da quando avevo 11 anni. Amo la musica e la tecnologia. Per qualsiasi informazione visita la pagina dei contatti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here