Home Articoli Il mordente al pianoforte

Il mordente al pianoforte

2
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Il mordente al pianoforte, 5.0 out of 5 based on 2 ratings

Cosa è il mordente? Come si esegue correttamente?

Dopo aver affrontato l’acciaccatura oggi vediamo il mordente: cominciamo da come si presenta sullo spartito e vediamo che è un segno a forma di “zig-zag” posto sopra una nota.

Il mordente rientra nella categoria degli abbellimenti ed è uno di quei segni che siamo destinati a incontrare spesso sulle nostre partiture.

Ma cosa significa quel segno? Come si traduce dalla carta alla tastiera del pianoforte?

Il mordente corrisponde alla rapida esecuzione della nota reale che leggiamo sullo spartito alternata alla sua ausiliaria superiore, se il mordente in partitura è superiore, o inferiore, se il mordente è inferiore, cioè rappresentato con una barretta in mezzo al simbolo a zigzag.

La differenza con il trillo è che il mordente non va ripetuto per tutta la durata della nota reale.

Ecco la rappresentazione grafica dell’esecuzione.

Anche se generalmente, almeno fino a un certo periodo della storia della musica, il mordente si risolverebbe di prassi partendo dalla nota superiore e non da quella reale, quindi re-do-re, manterremo nel nostro esempio per praticità l’esecuzione do-re-do per allenarci.

Passando infatti all’esecuzione sono pochi e semplici i consigli per una buona riuscita:

  • decidere la diteggiatura da utilizzare;
  • allenare la muscolatura delle dita a compiere il movimento richiesto molto lentamente;
  • velocizzare progressivamente il movimento di alternanza delle dita fino a ottenere un moto rapidissimo:
  • eseguire sempre in battere, come per l’acciaccatura, almeno per il repertorio fino al romanticismo o per particolari brani;
  • assicurarsi che la prima nota del mordente corrisponda sempre alla pulsazione ritmica, che sia eseguita insieme alla nota che stiamo suonando con la sinistra fino a percepire all’udito e al tatto che le due dita si stanno muovendo in contemporanea.

Esiste anche il mordente doppio che potete vedere nella seguente figura.

In questo caso, se eseguiamo il mordente partendo dalla nota reale, saranno 5 le note da alternare: do-re-do-re-do.

Se partiamo dalla nota superiore, saranno invece 6 le note da suonare: re-do-re-do-re-do-re.

Per il resto valgono i suggerimenti che vi ho già illustrato.

Vi lascio al video che ho dedicato al mordente con esempi suonati! Se avete domande commentate pure questo articolo. E per ulteriori lezioni consulta Pianosolo Maestro.

video

Pianosolo consiglia

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here