Home Articoli Giovanni Guidi, Avec le temps (2019, ECM Records)

Giovanni Guidi, Avec le temps (2019, ECM Records)

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Giovanni Guidi, Avec le temps (2019, ECM Records), 5.0 out of 5 based on 1 rating

Giovanni Guidi, Avec le temps (2019, ECM Records)

La poesia ha modo di esprimersi in tanti modi, prima di tutto con la parola, suo strumento d’elezione, ma anche attraverso l’ineffabile ed universale linguaggio della musica. E allora, se osservando il titolo di questo disco, “Avec le temps”, ci ritornasse in mente un bellissimo brano di Leo Ferré e se ci chiedessimo cosa accomuna il pianista e compositore Giovanni Guidi a Leo Ferré certamente potremmo rispondere: la poesia. Una poesia che ha sempre chiesto di essere pronunciata e dunque ascoltata quella di Ferré, così come vanno ascoltate le otto tracce di questo lavoro in studio.

Insieme a Guidi, in questa registrazione pubblicata da ECM, gli storici componenti del suo trio, Thomas Morgan al contrabbasso e João Lobo alla batteria, ma per l’occasione la line-up si impreziosisce con il sax di Francesco Bearzatti e la chitarra di Roberto Cecchetto.

Sarebbe un peccato mortale e forse un’inutile perdita di tempo indulgere in analisi tecniche di questo disco che invece richiede un ascolto senza sospensioni, per seguire l’ampia parabola sentimentale che traccia e in cui risiede la mirabile sintesi della doppia anima di Giovanni Guidi: da un lato un romanticismo sostanziale che ci regala perle di raro lirismo, melodie che si stampigliano indelebili sul cuore, dall’altro quell’attitudine all’esplorazione di nuove sonorità, di territori mai battuti, quella ricerca ininterrotta che con un movimento circolare traccia un percorso che conduce da luoghi interiori alla vastità di un orizzonte la cui linea si spinge in un altrove affascinante. Eppure c’è unità in questo dualismo, c’è uno stile che è tutto di Guidi e che il gruppo abbraccia, introducendovi elementi perfettamente consonanti pur essendo saldamente legati alle differenti personalità artistiche dei musicisti. Il quintetto infatti sembra una formazione congeniale al pianista e ascoltando “Avec le temps” quello che salta immediatamente all’orecchio è la compattezza, l’unione di intenti che produce questa musica che ci possiamo immaginare nel suo farsi come un rito collettivo.

Oltre alla bellissima versione della title track, brano di Ferré tra i più noti, magnificamente ripercorso per l’occasione, una menzione speciale per la traccia di chiusura, “Tomasz”, dedicata al grande trombettista Tomasz Stanko con cui Guidi ha suonato in occasione di un tour nel 2017.

Il romanticismo di Guidi corrisponde a una visione del mondo pura e sincera, lui che, orgogliosamente legato alla sua Foligno, è cittadino del mondo, rarissimo esemplare di un’umanità che trova la sua parola nella musica e che sceglie di cantare l’Amore con la A maiuscola, in tutte le sue forme, per la vita, per il sogno di un mondo in cui libertà e giustizia siano per tutti quotidiano pane senza discriminazioni di sorta.

Track List: Avec Le Temps; 15th Of August; Postludium And A Kiss; No Taxi; Caino; Johnny The Liar; Ti Stimo; Tomasz.

 

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here