Home Articoli G. Iorio – P. Stafano, Nocturno (2016 Enja Records)

G. Iorio – P. Stafano, Nocturno (2016 Enja Records)

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
G. Iorio - P. Stafano, Nocturno (2016 Enja Records), 5.0 out of 5 based on 5 ratings

Gianni Iorio – Pasquale Stafano, Nocturno (2016 Enja Records)

cover-Nocturno

È Luis Bacalov in persona a introdurre con toni entusiastici questo “Nocturno”, che vede protagonisti Gianni Iorio e Pasquale Stafano, nelle note di copertina dove scrive: “Il risultato artistico dell’album Nocturno è di grandissimo livello e merita la massima attenzione per gli amanti, e non solo, del Tango”.

Il tango, con la sua poetica e la sua estetica dai contorni inconfondibili è al centro di questa registrazione che esce per i tipi dell’etichetta Enja e che trova voce nel duo composto da Gianni Iorio al bandoneon e da Pasquale Stafano al pianoforte.

Astor Piazzolla con alcuni dei suoi brani più celebri, Horacio Salgàn, esponente di una corrente di avanguardia in questo genere, Carlos Gardel, Osvaldo Pugliese e Pedro Laurenz sono i compositori che offrono materia alle evoluzioni musicali del duo, in una tracklist che è una sorta di percorso attraverso il genere e le sue diverse anime e che culmina con una composizione di Pasquale Stafano, “Le lanterne di Phuket”, non distante nello spirito e nell’atmosfera da quello spirito latino dei suoi illustri predecessori, e con “Sagra d’estate”, a firma di Giovanni Iorio.

In queste dieci tracce c’è tutta la densità di contrasti emotivi, tutta la dialettica e l’intensità del tango, di cui a livello strumentale si mantiene il profondo legame con il gesto corporale, la danza. Il movimento musicale sottintende sempre il moto corporeo in una simbiosi imprescindibile che se socchiudiamo gli occhi ci fa immaginare l’azione scenica nella sua interezza, quell’altalenante sentimento sempre feroce seppure nella dolcezza del canto.

Il dialogo tra il bandoneon, voce per eccellenza di questo genere, e il pianoforte con la sua spiccata connotazione orchestrale, si svolge in un’incessante alternanza di umori, come se i due strumenti si passassero via via il testimone dell’elemento melodico-cantabile e struggente del tango e di quello ritmico-passionale pur fondamentale nel connotare i tratti emblematici di questa che è un’intenzione unica dell’espressione. Amore, morte, malinconia, gioia, l’ampio spettro della fenomenologia dei sentimenti viene esplorato in un rutilante universo sonoro che non tralascia nulla e che anzi accentua la ricchezza di sfumature e di senso.

Pasquale Stafano e Gianni Iorio non ci fanno rimpiangere musicisti argentini, interpretando con geniale e creativa accuratezza non solo delle partiture, ma un intero spirito, e trovando nel contesto dell’improvvisazione la cifra di una originalità che ha come naturale sbocco risultati estetici elevati.

Tracklist: 1. Verano Porteño; 2. Inverno Porteño; 3. A fuego lento; 4. El día que me quieras; 5. Milonga de mis amores; 6. Volver; 7. Le lanterne di Phuket; 8. Adios Nonino; 9. La Yumba; 10. Sagra d’estate

 

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here