Home I "Peccati di vecchiaia" di Rossini a Parma con Marco Scolastra

    I “Peccati di vecchiaia” di Rossini a Parma con Marco Scolastra

    0
    GD Star Rating
    loading...
    #_LOCATIONMAP

    Data - 11 Ottobre 2021
    Ora: 20:30 - 23:00

    Categorie


    Lunedì 11 ottobre 2021, alle ore 20.30, il secondo appuntamento della XIX stagione dei Concerti della Casa della Musica di Parma vedrà protagonista il pianista Marco Scolastra.

    In programma una raffinata e imperdibile selezione dei Péchés de vieillesse (“Peccati di vecchiaia”), ultime, intime, composizioni scritte tra il 1857 e il 1868 da Gioachino Rossini: un corpus di circa centocinquanta brani per pianoforte solo, per voce accompagnata o per ensemble da camera. Scolastra eseguirà al pianoforte: Barcarole, Mon prélude hygiènique du matin, Une caresse à ma femme, Memento homo, Assez de memento: dansons (dall’Album pour les enfatns dégourdis); Première communion e Valse lugubre (dall’Album pour les enfants adolescents); Riens n. 3, n. 4, n. 5 (da Quelques riens pour album); Prélude pétulant rococo (dall’Album de château).

    Il pianista Marco Scolastra è regolarmente ospite di prestigiose istituzioni musicali sia come solista, sia come camerista. Per molti anni ha suonato in duo con il pianista Sebastiano Brusco. Ha collaborato con grandi artisti quali Vadim Brodski, Renato Bruson, Max René Cosotti, Roberto Fabbriciani, Cinzia Forte, Fejes Quartet, Corrado Giuffredi, Sumi Jo, Raina Kabaivanska, Daniela Mazzucato, Quartetto d’Archi del Teatro di San Carlo, Quartetto Kodály, Desirée Rancatore. Ha partecipato più volte al programma Inventare il tempo di Sandro Cappelletto in onda su RAI5. È in scena con illustri attori: Sonia Bergamasco, Arnoldo Foà, Elio Pandolfi (lungo sodalizio durato più di quindici anni), Ugo Pagliai, Lucia Poli, Jerzy Radziwilowicz, Pamela Villoresi. Da sempre appassionato della musica del Novecento e dei nostri giorni, ha eseguito molti lavori in prima esecuzione assoluta o in prima italiana. Ha registrato per Phoenix Classics, Stradivarius, Brilliant Classics, Decca, Rai.

    La rassegna, organizzata dalla Società dei Concerti di Parma insieme con l’Assessorato alla Cultura del Comune di ParmaCasa della Musica, con la direzione artistica del Maestro Giampaolo Bandini, proseguirà il 18 ottobre con il Quartetto Adorno e i Quartetti per archi di Ludwig van Beethoven n. 15 op. 132 e n. 13 op. 130; il 25 ottobre con il clarinettista Corrado Giuffredi, in duo con il pianista Federico Nicoletta, e musiche di Johannes Brahms, (Sonate op. 120 n. 1 e 2 per clarinetto e pianoforte e i 4 Klavierstücke per pianoforte op. 119); l’8 novembre con il Trio Rigamonti e i Trii op. 148 D897 “Notturno” e op. 100 D 929 di Franz Schubert. Nella serata conclusiva, il 15 novembre, la pianista Mariangela Vacatello interpreterà la Sonata n. 3 op. 58 di Fryderyk Chopin, la “Sonata degli insetti” n. 10 op. 70, Vers la flamme op. 72 e le Due danze op.73 di Alexander Scriabin.

     Info e biglietti sul sito della Società dei concerti di Parma.

    Pianosolo consiglia

    Articolo precedentePeccati di vecchiaia. I concerti della Casa della Musica di Parma
    Articolo successivoIvo Pogorelich piano recital

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here