Home Bologna Jazz Festival 2019

    Bologna Jazz Festival 2019

    0
    GD Star Rating
    loading...
    #_LOCATIONMAP

    Data - 25 Ottobre 2019 - 26 Novembre 2019
    Ora: Tutto il giorno

    Categorie


    Bologna Jazz Festival 2019, 5.0 out of 5 based on 1 rating

    Bologna Jazz Festival 2019

    Dal 25 ottobre al 26 novembre torna il Bologna Jazz Festival, che anche quest’anno presenta un cartellone con nomi importanti della scena jazzistica internazionale e la cui grafica è stata curata dal grande Altan.

    Oltre ai teatri cittadini in cui si terranno i concerti principali (Teatro EuropAuditorium, Teatro Duse, Unipol Auditorium), il festival riempirà di musica anche gli  storici club: Cantina Bentivoglio e Bravo Caffè e si espanderà anche nei comuni dell’area metropolitana e nelle province di Modena, Ferrara e Forlì.

    Il Bologna Jazz Festival è organizzato dall’Associazione Bologna in Musica con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna, Bologna Città della Musica UNESCO, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Carisbo, Gruppo Unipol, TPER, Città Metropolitana di Bologna e del main partner Gruppo Hera.

    Si comincia in teatro il 25 ottobre con il Fred Hersch Trio, per continuare poi, sempre nei teatri, con Pat Metheny, con la cantante Dianne Reeves, il trio all stars Cross Currents (che raccoglie Dave Holland, Zakir Hussain e Chris Potter), il brasiliano Hermeto Pascoal, il duo pianistico Stefano Bollani e Chucho Valdés.

    ph Vincent Syez

    Anche nei club invece sarà possibile ascoltare artisti importanti: ZZ International Quartet, co-diretto dal fisarmonicista Simone Zanchini e dal chitarrista Ratko Zjaca, Barry Harris in trio, il trombettista Dave Douglas e il pianista Uri Caine “Frontal”, gruppo del pianista Simone Graziano, Diego Frabetti, la sassofonista Helga Plankensteiner, Dena DeRose assieme alla ERJ Orchestra, il pianista David Helbock, Fabrizio Bosso e Giovanni Guidil’avanzato trio “New Things” del pianista Franco D’Andrea, la Tower Jazz Composers Orchestra, Italuba, la band del gigante della batteria afro-cubana Horacio “El Negro” Hernandez, il pianista Aaron Parks con il quartetto “Little Big” , il progetto “Sun of Goldfinger” del chitarrista David Torn, che prevede la presenza al sax di Tim Berne, Michael Weiss, il quartetto all stars con Piero Odorici, Eric Reed, Dezron Douglas e Roberto Gatto.

    ph Jerris Madison

    E ancora Tuck & Patti, gli Yellowjackets, il chitarrista Cory Wong, una super band co-diretta da un chitarrista di culto come Mike Stern e dal tastierista Jeff Lorber e completata da una ritmica ad alto voltaggio con Jimmy Haslip e Dennis Chambers, il bassista Eddie Gomez, Pasquale Mirra, il Bologna Jazz Collective, Daniele Sepe, i londinesi Kokoroko, Rosario Giuliani, Luciano Biondini, Enzo Pietropaoli e Michele Rabbia, Bobby Watson e Andrea Pozza, la Jazz in’It Orchestra diretta da Marco Ferri con Giuseppe Amato, Rob Mazurek in quintetto e l’XY Quartet.

    Non solo concerti al Bologna Jazz Festival, ma anche attività didattiche come il Progetto Didattico “Massimo Mutti”, che prevede l’assegnazione di un premio consistente in borse di studio per frequentare i corsi internazionali di perfezionamento estivi 2020 realizzati dalla Fondazione Siena Jazz – Accademia Nazionale del Jazz, o il convegno Scrivere la Musica.

    Torneranno anche le lezioni musicali “Jazz Insights” con Emiliano Pintori (ideate e ospitate dal Museo Internazionale e Biblioteca della Musica di Bologna, tutti i sabati di novembre): cinque approfondimenti tematici sulla musica afroamericana selezionati sulla base di importanti anniversari e raccontati dalla prospettiva di un musicista jazz.

    Il pianista Barry Harris terrà una masterclass alla Cantina Bentivoglio tutti i giorni dal 30 ottobre al 3 novembre aperta a tutti i musicisti.

    ph John Peden

    Il fotografo Pino Ninfa il 9 e 10 novembre terrà il workshop “Il jazz e la città” presso la Galleria Fotografica Paoletti; la stessa location dal 26 ottobre al 17 novembre ospiterà inoltre la sua mostra fotografica “Jazz Spirit”.

    Gli autori Vanni Masala e Marilena Pasini presenteranno il libro Io sono Michel Petrucciani assieme ad Alexandre Petrucciani (figlio di Michel) e Flavio Boltro (24 novembre, Cantina Bentivoglio).

    Spazio anche alla solidarietà con il nuovo Progetto Welfare Note di Solidarietà”, che ha l’intento di coinvolgere i centri di aggregazione dei senza fissa dimora e delle persone con necessità primarie a Bologna. L’incasso due concerti, a offerta libera, servirà a finanziare le strutture che li ospitano. I concerti sono quelli del 30 ottobre all’Antoniano e quello del 25 novembre alle Cucine Popolari con il duo formato dal trombettista Flavio Boltro e il contrabbassista Stefano Senni.

    Info, programma dettagliato e biglietti sul sito del Bologna Jazz festival.

     

     

     

    Pianosolo consiglia

    Articolo precedenteLivorno Piano Competition 2020
    Articolo successivoPadova Jazz Festival 2019

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here