Home Pop “Desperado” – Eagles (spartito per pianoforte)

“Desperado” – Eagles (spartito per pianoforte)

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
"Desperado" - Eagles (spartito per pianoforte), 5.0 out of 5 based on 293 ratings

Disperato: chi non lo è mai stato?

untitled

Disperato è il bambino a cui viene sottratta la palla, è l’impiegato che scopre di dover fare parecchie ore di straordinario, è il ragazzo che viene lasciato dalla fidanzatina, è la perdita di un caro.Diverse forme di disperazione che poeti e scrittori riportano su carta, per personale sfogo o per consolare qualche scoraggiato.

Gli Eagles lasciano nella storia questa struggente ballata rock-country che ebbe successo nel 1973: è una canzone che presenta una forte malinconia, che vuole proprio il “desperado” alla ricerca di spazi sconfinati che possano renderlo vivo, libero.

…in un modo o nell’altro, disperata lo sono stata anch’io. Quando persi mia nonna trovai forza proprio nello scrivere… la disperazione dovuta alla perdita trovò sollievo in qualche verso che qui vi riporto:

Allo scivolar

del primo albore nel

calice crepato

settembrino, filtro

percezioni

vetrate; sottil contorno

blu si spiega,

si mescola

alla frescura

e consacra lì, dove

compongo

umili vitali versi

tra il tepor e

l’esser desta,

il prematuro risveglio

d’una sensibil ginestra.

E volgendo lo sguardo

alla flebile luce

bluastra,

luna,

ti chiedo: “ L’amaro

della vita l’ha

presa

con sé, m’ha lasciata

sola,

bambina. Or lei

è ancora qui?”

Venne una pioggia fugace

a rischiarare il cielo.

E venne anche

l’arcobaleno,

a raddrizzare il mio

gracile stelo.

rain-falling-on-tulips-photographic-print-c12689455

La cosa più importante in ogni caso è reagire, non abbattersi, andare avanti.

Emily Dickinson scrisse una poesia piena di speranza nella quale invita il fratello, Austin, a seguirla nella gioia, nel dimenticare scoramento e delusione. La poesia si intitola ‘’c’è un altro cielo’’ e, prima di lasciarvi al video e allo spartito di “Desperado”, do a voi la possibilità di leggerla qui!

 

“c’è un altro cielo,

sempre sereno e bello,

e c’è un’altra luce del sole,

sebbene sia buio là

-non badare alle foreste disseccate, Austin,

non badare ai campi silenziosi

-qui è la piccola foresta

la cui foglia è sempre verde

-qui è un giardino più luminoso

-dove il gelo non è mai stato,

tra i suoi fiori

mai appassiti

odo la luminosa ape ronzare,

ti prego, Fratello mio,

vieni nel mio giardino!”

Buon lavoro!

    Qua trovi lo spartito

    Pianosolo consiglia

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here