Home Lezioni Corso di pianoforte moderno – 1.4 La notazione musicale anglosassone

Corso di pianoforte moderno – 1.4 La notazione musicale anglosassone

0
GD Star Rating
a WordPress rating system
CONDIVIDI
Corso di pianoforte moderno – 1.4 La notazione musicale anglosassone, 5.0 out of 5 based on 1 rating

La maggior parte degli spartiti di musica moderna, soprattutto quelli non italiani, sono scritti secondo la notazione musicale anglosassone. Devi sapere che non in tutto il mondo le note vengono chiamate “Do, Re, Mi, Fa, Sol, La, Si”. Per rendere comprensibili le partiture in tutto il mondo è stata adottata, nella maggior parte della musica moderna, la notazione anglosassone come notazione internazionale per la scrittura della musica moderna.

video

Ecco a come si chiamano le note in questa notazione:

A = La

B = Si

C = Do

D = Re

E = Mi

F = Fa

G = Sol

Come puoi vedere, le prime sette lettere dell’alfabeto corrispondono alle sette note musicali a partire dal La. Ricordati sempre che “A” non è “Do”, ma bensì “La”. Per ricordarti questo pensa a qual è la prima nota del pianoforte (la prima nota a sinistra): è proprio un La! Quindi “A” sta per “La”. Grazie a questo punto di riferimento sarai in grado di trovare tutte le altre.

Tutti gli articoli della serie

  1. Corso di pianoforte moderno - Presentazione
  2. Corso di pianoforte moderno – 1.1 La partitura di musica moderna
  3. Corso di pianoforte moderno - 1.2 I simboli della musica moderna
  4. Corso di pianoforte moderno – 1.3 Gli accordi scritti in sigla e loro durate
  5. Corso di pianoforte moderno – 1.4 La notazione musicale anglosassone (This post)
  6. Corso di pianoforte moderno – 2.1 Differenza fra Melodia e Armonia
  7. Corso di pianoforte moderno – 2.2 Le Distanze e gli Intervalli sul Pianoforte
  8. Corso di pianoforte moderno – 2.3 Accordi maggiori: come si formano
  9. Corso di pianoforte moderno – 2.4 Accordi minori: come si formano
  10. Corso di pianoforte moderno – 2.5 Accordi diminuiti: come si formano
  11. Corso di pianoforte moderno – 2.6 Accordi aumentati: come si formano
  12. Corso di pianoforte moderno - 2.7 Riconoscimento degli accordi
  13. Corso di pianoforte moderno - 3.1 Esecuzione di “Oh Susanna”
  14. Corso di pianoforte moderno - 3.2 Esecuzione di “When the Saints go marching in”
  15. Corso di pianoforte moderno - 4.1 Differenze fra accordi e arpeggi
  16. Corso di pianoforte moderno - 4.2 Arpeggi semplici
  17. Corso di pianoforte moderno - 4.3 Arpeggi complessi
  18. Corso di pianoforte moderno - 4.5 Arpeggi in tempo ternario
  19. Corso di pianoforte moderno - 4.4 Arpeggi in tempo binario
  20. Corso di pianoforte moderno - 4.6 Esecuzione di “Oh Susanna con arpeggi”
  21. Corso di pianoforte moderno - 4.7 Esecuzione di “When the Saints go marching in”
  22. Corso di pianoforte moderno - 5.1 Perché i rivolti
  23. Corso di pianoforte moderno - 5.2 Quando usare i rivolti
  24. Corso di pianoforte moderno - 5.3 Collegare i rivolti
  25. Corso di pianoforte moderno - 5.4 Esercizi per il collegamento dei rivolti
  26. Corso di pianoforte moderno - 5.5 Esecuzione “When the Saints go marching in” con l’uso dei rivolti
  27. Corso di pianoforte moderno - 6.1 Accordi di Sus
  28. Corso di pianoforte moderno - 6.2 Accordi di Sesta
  29. Corso di pianoforte moderno - 6.3 Power Chord
  30. Corso di pianoforte moderno - 6.4 Accordi di settima
  31. Corso di pianoforte moderno - 6.5 Accordi di nona
  32. Corso di pianoforte moderno - 6.6 Accordi con Basso Diverso
  33. Corso di pianoforte moderno - 7.1 Suddividere gli accordi su due mani
  34. Corso di pianoforte moderno - 7.2 Suonare gli accordi con basso diverso solo con la mano sinistra
  35. Corso di pianoforte moderno - 7.3 Due modi di suonare: solista o accompagnamento
  36. Corso di pianoforte moderno - 8.1 Spartiti di musica moderna
  37. Corso di pianoforte moderno - 8.2 Collegare gli accordi tramite rivolti della canzone “Il mio canto libero”

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here