Home Teoria ABC Corso preparatorio allo studio del pianoforte – 7. Pentagramma e note

Corso preparatorio allo studio del pianoforte – 7. Pentagramma e note

0

Per suonare il pianoforte con successo, è fondamentale acquisire una solida comprensione della teoria musicale. Questo è particolarmente cruciale quando il pianista deve eseguire brani utilizzando uno spartito. In questa lezione, inizieremo a esplorare alcune nozioni di base, a partire dal concetto di pentagramma.

Il Pentagramma

Il pentagramma è un sistema musicale che è stato sviluppato nel corso della storia per consentire ai musicisti di leggere con precisione sia l’altezza che la durata delle note. Quando un pianista legge le note all’interno di un pentagramma, può identificare la nota specifica, la sua ottava, se è un tasto bianco o nero e la sua durata. È importante sottolineare che la durata delle note è fondamentale, anche se inizialmente non era considerata nel pentagramma. In passato, il pentagramma aveva quattro righe e tre spazi, ma oggi è composto da cinque linee e quattro spazi.

Immagine del Pentagramma

Le note musicali vengono rappresentate all’interno del pentagramma, sia sulle linee che negli spazi. Le note senza valore musicale sono spesso raffigurate come ovali neri senza gambe.

Le Note

Le note sono appunto questi ovali inseriti nel pentagramma. Un errore comune è pensare che una nota posizionata in una determinata posizione sul pentagramma corrisponda sempre allo stesso suono. Questa affermazione è parzialmente vera, ad esempio in chiave di Violino, ma varia in base alla chiave utilizzata, come quella di Basso o altre.

La Chiave

Poiché una stessa linea o spazio del pentagramma può rappresentare note diverse, è necessario utilizzare una chiave di lettura che indichi con precisione quali note leggere. La chiave di Violino (o chiave di Sol o chiave di Canto) è la prima delle sette chiavi musicali che si incontrano nello studio del pianoforte. La chiave di Violino ha questa forma:

Chiave di Violino

La chiave è collocata all’inizio del pentagramma, poiché non esiste una chiave senza un pentagramma e viceversa. Questa chiave stabilisce come leggere le note all’interno del pentagramma. Di seguito, troverete uno schema che illustra la posizione delle note nel pentagramma e la loro corrispondenza con i tasti del pianoforte.

Schema delle Note nel Pentagramma

Imparare a memoria questo schema è fondamentale. Tieni presente che queste informazioni si applicano solo alla chiave di Violino, che è l’argomento attuale e che esamineremo ulteriormente nelle prossime lezioni.

Per semplificare l’apprendimento delle note, solitamente vengono suddivise in note negli spazi (Fa, La, Do, Mi) e note sulle righe (Mi, Sol, Si, Re, Fa), come mostrato nelle seguenti figure:

Note negli Spazi
Note sulle Righe

Di seguito, troverete due esercizi di lettura che ho preparato per voi. L’obiettivo è leggere le note rispettando il tempo iniziale che avete scelto. Cerca di evitare pause o interruzioni. È consigliabile iniziare con le note negli spazi (che sono solo 4) e successivamente passare alle note sulle righe.

Scarica l’esercizio cliccando qui.

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here