Home Classica Corso preparatorio allo studio del pianoforte – 6. Le tre fasi del...

Corso preparatorio allo studio del pianoforte – 6. Le tre fasi del suono

0

Benvenuti alla sesta lezione del corso. Oggi esploreremo come l’esecutore possa controllare il suono.

Il suono non ha origine nelle mani, ma piuttosto nella mente. È proprio il tuo pensiero che dà vita al suono, mentre le mani sono solo il mezzo attraverso il quale lo esprimi. Se il pensiero alla base non è chiaro, il suono risultante ne risentirà.

Nel nostro pensiero, dovremmo già avere una chiara idea se desideriamo un suono leggero o potente, delicato o graffiante, e così via. Naturalmente, acquisire queste sfumature sonore richiede pratica ed esperienza, ma è importante iniziare ad esplorare questo vasto e infinito mondo sonoro.

Spesso il pianoforte viene considerato uno degli strumenti più accessibili per i principianti. Premere un tasto è alla portata di tutti, mentre produrre un suono gradevole da uno strumento come il flauto, il violino o il clarinetto è un compito più complesso.

Tuttavia, se andiamo più a fondo, ci rendiamo conto che, sebbene sia facile premere i tasti e produrre un suono, non è altrettanto scontato ottenere un suono di alta qualità. Qui entra in gioco l’abilità del musicista.

Il pianoforte offre una vasta gamma di timbri, ed è compito nostro scoprirli. Di seguito, esploreremo le tre fasi del processo sonoro.

Fase 1: Preparazione
Il suono ha origine dal pensiero. In questa fase iniziale, è essenziale avere una chiara visione del tipo di suono che intendiamo produrre. Senza una visione chiara, non è possibile ottenere un suono specifico. Per adattarsi a questa visione sonora, dobbiamo preparare la nostra mano, polso e braccio in modo appropriato.

Fase 2: Abbassamento dei Tasti
Una volta deciso il tipo di suono da produrre, è il momento di abbassare il tasto. Entriamo quindi nella seconda fase. Durante questa fase, è fondamentale godersi i suoni appena creati. Come pianisti, spesso ci concentriamo troppo sulle note successive, trascurando quelle che abbiamo appena suonato. Non sottovalutare questa fase.

Fase 3: Rilascio dei Tasti
Ed eccoci all’ultima fase, che è altrettanto importante. Imparare a dosare il rilascio dei tasti è essenziale, poiché un sollevamento troppo brusco può interrompere il suono in modo netto, causando fastidio all’orecchio in alcuni casi.

Ricorda che il controllo del suono richiede pratica e sensibilità musicale. Inizia a esplorare le diverse sfumature sonore che il pianoforte può offrire e continua a sviluppare il tuo talento musicale.

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here