Home Tecnica Elementi di tecnica Come suonare gli arpeggi senza affaticarsi

Come suonare gli arpeggi senza affaticarsi

1
come-suonare-arpeggi
Come suonare gli arpeggi senza affaticarsi, 4.5 out of 5 based on 2 ratings

Per molti “pianoforte” significa “arpeggio” e in effetti devo ammettere che ogni volta che ne sento uno mi vengono i brividi. Una piccola parentesi: ma tu lo sapevi che gli arpisti (cioè quelli che suonano l’arpa) possono suonare gli spartiti scritti per pianoforte?

Quando sono venuto a conoscenza di questa cosa sono rimasto sotto shock! Ma basta chiacchiere ora, veniamo al cuore della questione.

Nella lezione di oggi parliamo di come suonare gli arpeggi senza affaticarci.

Perché suonare un arpeggio dovrebbe affaticarmi? Per motivo semplicissimo: l’arpeggio prevede l’utilizzo della mano aperta. Ora, se tieni la mano aperta per qualche secondo non accade nulla di particolare, ma se la tieni aperta e sempre in tensione per molto tempo, questa posizione ti potrà procurare seri problemi.

Per questo è bene conoscere come suonare gli arpeggi cercando di tenere le tensioni vicine allo zero.

video

Come ho già spiegato in questa lezione, il pianoforte non si suona solamente con le dita (e mano male!). Per fortuna possono venirci in soccorso il polso, l’avambraccio, il braccio, le spalle, l’inerzia e così via.

Il problema non è tanto capire tutte queste questioni dal punto di vista teorico, piuttosto è più complesso riuscire ad applicare questi concetti alla pratica. Per questa ragione nel video di oggi mi sono soffermato su pochi arpeggi e ti ho mostrato come scaricare il peso su ogni nota dell’arpeggio.

All’inizio sembrerà un movimento artificiale, ma poi, piano piano, diventerà sempre più naturale. Allora sì che il movimento non sarà solo un “gesto scenico” ma anche (e soprattutto) funzionale all’esecuzione.

Il brano che hai sentito nel video è tratto da “I preludi nel parco” di Remo Vinciguerra.

Pianosolo consiglia

Articolo precedenteGiulio Passadori. Il pianoforte si modella sull’artista
Articolo successivoVincenzo Balzani: “Non la diamo vinta al Coronavirus. La decima edizione di PianoTalents sarà online”
Sono un pianista a tempo pieno, laureato a pieni voti all'ISSM "G.Puccini" di Gallarate. Adoro condividere le mie esperienze musicali sul web con articoli e video. Insegno pianoforte a coloro che intendono cominciare questa fantastica avventura.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here