Home Articoli Altro Come allargare il proprio “giro” di serate e concerti

Come allargare il proprio “giro” di serate e concerti

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
migliorare-visibilità-online-per-musicisti
Come allargare il proprio "giro" di serate e concerti, 3.7 out of 5 based on 3 ratings

Credo che il sogno di ogni musicista sia quello di suonare in giro per il mondo e vivere di questo. Se ci pensi bene, cosa ci può essere di più bello di donare musica ad un pubblico pronto a riceverla?

Purtroppo non sempre è facile trovare questo pubblico. Ecco perché in questa guida troverai preziosi consigli per permetterti di ampliare il tuo giro di serate e di concerti. Partiamo con ordine.

Fatti le ossa prima di proporti

Personalmente ritengo che la reputazione sia una delle cose più importarti per qualsiasi professionista. Insomma, se ad esempio si sparge in giro la voce che l’accordatore tal dei tali non è in grado di fare il suo mestiere, farà molta fatica nel portare avanti la propria attività.

    Ricordiamoci sempre che la pubblicità negativa è 5 volte più incisiva di quella positiva. Ciò significa che un cliente insoddisfatto parlerà male del tuo servizio a 5 persone, mentre quello soddisfatto parlerà bene di te ad una sola persona.

    Perciò prima di proporti nel fare serate e concerti, assicurati di avere una buona esperienza. L’esperienza la puoi fare suonando in contesti non formali abituandoti così al pubblico e creando un repertorio rodato che sia di gradimento alle persone.

    Crea e cura la tua immagine

    Ci sono moltissimi bravi musicisti, probabilmente quanto te e alcuni di questi anche di più. Perché dovresti essere chiamato tu a suonare per una rassegna, in un locale, per una serata di inaugurazione o un festival?

    La risposta sta nell’immagine.

    Anche gli shampoo essenzialmente sono tutti simili. Però perché acquistiamo lo shampoo di una certa marca piuttosto che di un’altra? Risposta: per la sua peculiarità.

    Nel 1953 un’azienda molto nota lanciò un prodotto innovativo: uno shampoo dedicato ai bambini che eliminava il bruciore agli occhi.

    La strategia di questa azienda era escludere una grande fetta di mercato (gli adulti) per prendersi interamente quella dei bambini con un solo prodotto. L’operazione riscosse un grande successo naturalmente e da questo caso studio possiamo trarre un messaggio molto importante: specializzati in qualcosa di particolare, in un genere musicale specifico e cura giorno dopo giorno la tua immagine.

    Pubblica con costanza sui social i tuoi traguardi, i tuoi successi, i tuoi pensieri e le tue nuove date. Più sarai attivo e migliori saranno i risultati che otterrai. Devi crearti un’immagine e devi risultare riconoscibile al 100% da chiunque.

    Storytelling, questo sconosciuto

    Da piccoli ci raccontano sempre storie fantastiche. Lavoriamo con l’immaginazione, sogniamo ed è fantastico. Quando diventiamo grandi nessuno ce le racconta più. Ma cos’hanno le storie di bello? Sono appassionanti. C’è un protagonista che affronta delle difficoltà e trova sempre il modo di superarle. Talvolta ci rispecchiamo in quel protagonista o vorremmo essere come lui.

    Ti è mai capitato di leggere un libro e poi di andare a vedere al cinema il film tratto da quel libro? Immagino che il più delle volte tu abbia preferito il libro al film e ti dico anche il perché. Nel libro c’è più storytelling. I personaggi, l’ambientazione e le vicende sono narrate nei loro più piccoli particolari. Sono i dettagli a fare la differenza.

    Perciò racconta alle persone la tua storia. Nessuno preferirebbe leggere una biografia fatta di 5 pagine con una serie infinita di nomi e di liste piuttosto che leggersi una bella storia.

    L’errore più comune sta proprio qui: non rendere speciale il proprio percorso.

    Quando vado ai concerti di musica classica trovo sempre sulla poltrona del teatro la locandina del concerto con allegata la biografia dei solisti. Inevitabilmente in questa biografia ci sono liste infinite di nomi di maestri con cui hanno studiato.

    A chi interessa?

    Le persone hanno bisogno di emozioni e con la scrittura possiamo riuscirci (oltre che ovviamente, con la musica).

    Promuoviti: se non lo fai tu non lo farà nessuno per te

    In passato ho pubblicato due dischi con due piccoli/medi editori. Ero convinto che pubblicare con un editore mi avrebbe portato ad avere più visibilità o per lo meno a vendere più copie del mio disco ma mi sono sbagliato per due volte.

    Non una sola serata di presentazione del disco organizzata e offerta dall’editore, né altro che possa avermi dato un minimo di ritorno. Non sto facendo di tutta l’erba un fascio. Esistono editori più competenti e meno competenti. Esistono quelli che per pubblicare ti chiedono dei soldi (guadagnando sull’artista) e quelli che investono sul tuo disco pubblicandolo gratuitamente perché credono nel tuo progetto e spingono per cercare di rientrare nell’investimento il prima possibile (così dovrebbe essere).

    Perciò sappi che la promozione è tutto, in qualsiasi campo.

    Puoi aver realizzato un disco eccezionale ma se le persone non ne conoscono l’esistenza è come se non esistesse.

    Aggiorna costantemente il tuo blog

    Abbiamo scritto un articolo sul come creare un sito web e come impostarlo per renderlo funzionale.

    Perché è importante avere un proprio sito web o blog?

    Perché tramite un blog costantemente aggiornato hai essenzialmente la tua storia tracciata e chiunque può leggerla. Dobbiamo dare a chi non ci conosce la sensazione di conoscerci, la sensazione di familiarità, solo così potremmo aumentare la nostra credibilità nei confronti di associazioni, fondazioni, direttori artistici e quant’altro.

    • di pianisti ce ne sono tanti e il livello in giro è alto;
    • i posti per suonare sono limitati;
    • gli organizzatori non possono accontentare tutti i musicisti ma devono fare delle scelte;
    • spesso gli organizzatori scelgono gli artisti in base alle agenzie di spettacolo. Quindi chi è fuori da questi giri ha ancora maggiore difficoltà;
    • il pianista fatica ad ottenere un buon cachet perché nella maggior parte dei casi l’organizzatore deve spendere dai €400 in su per l’affitto del pianoforte a coda per quella serata, motivo per cui spesso preferiscono pagare un tastierista che si muove con la propria attrezzatura.

    Il blog aggiornato è quello che può differenziarti dagli altri e che può fare la differenza fra suonare per quell’evento o no.

    Quando inizierai ad inviare e-mail ad organizzatori, pro-loco, locali ecc… in cui ti candiderai per offrire il tuo servizio, non ci sarà bisogno di troppe parole e troppi allegati. Basterà allegare un piccolo link che rimanda al tuo blog, ovvero alla tua storia. Se la storia sarà ben realizzata, avrai ottime possibilità di successo.

    Contatta chi potrebbe essere interessato a te

    Qualunque cosa sogni d’intraprendere, cominciala. L’audacia ha del genio, del potere, della magia. (Goethe)

    Fin quando non agirai i risultati non pioveranno dal cielo. Inizia a contattare chiunque possa essere interessato ad averti come musicista ad un loro evento (può essere un evento singolo o ricorrente).

    Poniti degli obiettivi. Ad esempio, decidi di contattare almeno 10 potenziali organizzatori ogni singolo giorno. Puoi farlo online (tramite e-mail, Facebook ecc…) oppure puoi avre dei colloqui di persona. Ovviamente dovrai andare di locale in locale a presentarti senza alcun timore. Tu stai offrendo la tua professionalità, cosa rara in questo mondo in cui ognuno improvvisa il mestiere degli altri.

    Quante volte ti sarà capitato di vedere su Facebook delle fotografie scattate da un tuo amico che si firma come fotografo solo perché il giorno prima ha acquistato una buona macchina fotografica ma non ha alcuna conoscenza in materia?

    Continua, persevera, anche se in un primo momento non ricevi risposte positive (o non ne ricevi proprio). 10 contatti al giorno, è questione di numeri. Presentati con poche righe e con il link al tuo blog che deve evidentemente contenere dei link video a Youtube. È indubbiamente bello leggere la tua storia, ma è ancora più bello sentire quello che sai fare al tuo strumento.

    Una volta che avrai fissato la tua prima data, vedrai che poi sarà tutto in discesa. Se il pubblico e l’organizzatore saranno rimasti soddisfatti dalla tua performance sarà reale la prospettiva di un rinnovo di questa collaborazione. Cosa c’è di meglio?

    Crea un video professionale e sponsorizzalo

    La pubblicità non è mai stata gratis fino a quando non hanno inventato i social. Prima, qualsiasi negoziante volesse pubblicizzare le proprie attività, chiedeva al Comune il permesso per le affissioni pubblicitarie. Oggi chiunque può creare e far crescere una community online oppure si può pagare per ottenere visibilità online.

    Qual è la differenza fra pagare e non pagare la pubblicità online?

    Se non paghi la pubblicità la tua community crescerà in modo organico, cioè in modo naturale e perciò con i suoi tempi. Possono volerci mesi o anni per iniziare a vedere dei risultati.

    Sponsorizzando invece la tua attività puoi ottenere nuovi followers da subito.

    Ti riporto proprio l’esempio di un ristorante seguito da Giulio, l’esperto Marketing di Pianosolo, che tramite un’ottima campagna di web marketing è riuscito a raddoppiare i clienti di un ristorante con soli €2 al giorno di promozione.

    Conoscevo una band emergente della mia città che aveva composto un brano Heavy Metal. Su questo brano avevano girato un videoclip professionale e l’avevano pubblicato su Youtube. Qualche tempo dopo furono notati da un produttore di Boston che li ha ingaggiati. Ora i 5 del gruppo si sono trasferiti in America a lavorano stabilmente lì.

    Oppure gli SugarShake, una band cover di Verona che gira il mondo grazie alle proprie abilità di musicisti e di autopromozione. Recentemente hanno fatto un concerto in Messico grazie alla sponsorizzazione di un proprio video su Youtube. Ecco di cosa parlo:

      Come puoi vedere si tratta di un video professionale, che non è stato certamente fatto con zero budget ma che ha dato a loro la credibilità che ricercavano per trovare date anche in altri continenti.

      Pianosolo consiglia

      LASCIA UN COMMENTO

      Please enter your comment!
      Please enter your name here