Home Classica Cesi – Marciano n.7 – Allegretto – Antonio Diabelli

Cesi – Marciano n.7 – Allegretto – Antonio Diabelli

5

Cesi – Marciano n.7 – Allegretto – Antonio Diabelli

In questa esplorazione del brano di Diabelli, scopriremo come interpretarlo con precisione e sensibilità. Tonalità: La composizione è in Do maggiore, il che significa che userai esclusivamente i tasti bianchi del pianoforte, senza alcuna alterazione.

Tempo: Il brano è in 2/4, il che significa che ogni battuta comprende due quarti. Conta fino a due per ogni battuta per mantenere il ritmo costante, poiché non ci sono variazioni di tempo nel pezzo.

Posizione delle mani: La tua mano destra dovrebbe partire con il terzo dito sul Do5, mentre la sinistra inizierà formando un accordo di Do (Do+Mi+Sol) con Do3, Mi3 e Sol3. La maggior parte del brano richiede che le mani rimangano in questa posizione di cinque note, tranne in casi di passaggi speciali o cambi di diteggiatura, come si vede nella battuta numero 3.

È cruciale seguire attentamente la diteggiatura indicata, che in questo pezzo è essenziale. Ti imbatterai in passaggi che richiedono l’uso di dita inaspettate, ma seguire questa diteggiatura ti facilita l’esecuzione dei passaggi successivi.

Nelle ultime due battute, presta particolare attenzione alla diteggiatura per la mano destra, che sarà contrassegnata da 1, 2, 3 o un altro schema a seconda della necessità.

Attenzione a…: È importante prestare attenzione alle legature di portamento. Nelle prime due note che introducono il tema (Do Do), queste hanno un valore pieno e non sono né legate né staccate. Nella seconda battuta, il Do è collegato al Si, dando al Do maggiore enfasi rispetto al Si. Utilizza il dito 2 per suonare il Do con la mano destra in questa battuta; l’uso del dito 3 non produrrà lo stesso effetto.

Le legature di portamento sono indicate da forcelle, che segnalano la necessità di enfatizzare la differenza di intensità tra la prima e la seconda nota, suonando la prima più forte e la seconda più debole.

Nell’ultima riga del brano, la mano sinistra esegue delle crome. Queste dovrebbero essere suonate leggermente per non sovrastare il dolce suono della mano destra. Questa guida ti aiuterà a navigare attraverso le sfumature di questo pezzo affascinante e tecnico.

Pianosolo consiglia

5 COMMENTI

  1. Non riesco a trovare l’esercizio 6… e sembra non esserci neanche il 12, potreste aggiornare i link? Grazie 🙂

  2. Ciao Christian…
    non è una critica…ma giusto per capire io…volevo chiederti se le battute in cui c'è la forcella per la dinamica…le hai ignorate volutamente…perchè dal video non si sente alcuna variazione…

    Grazie 🙂

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here