Home Articoli Altro Beethoven. Il calvario dell’ipoacusia

Beethoven. Il calvario dell’ipoacusia

2
GD Star Rating
a WordPress rating system
CONDIVIDI
Beethoven. Il calvario dell'ipoacusia, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Quarto appuntamento della serie intitolata “Beethoven. Romanzo famigliare di un genio universale“.

Questa settimana il Maestro Vincenzo Balzani ci parla della progressiva sordità di Beethoven e lo fa partendo da due lettere in cui il compositore si confida rispettivamente con i cari amici Franz Wegeler e Karl Amenda. Sono pagine molto intense che evidenziano il dramma della progressiva presa di coscienza dell’imminente sordità.

Alla narrazione segue l’esecuzione della Sonata per pianoforte op.14 n.1/2, a cura di Mattias Antonio Glavinic, allievo del Maestro Gianluigi Polli e uno dei giovani pianisti che fanno parte dei talenti dell’Associazione PianoFriends.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra Pianosolo e l’Associazione PianoFriends. Si ringrazia Vincenzo Balzani, Catia Iglesias, i giovani pianisti e Xing Chang che ha curato l’editing dei video.

Pianosolo consiglia

2 COMMENTI

  1. Grazie a te Sergio, sempre attentissimo osservatore del nostro lavoro. Grazie davvero di cuore per l’apprezzamento. Abbiamo l’onore di collaborare con un grande Maestro e il privilegio di ascoltare questi giovani artisti che sono davvero una bella speranza per il futuro della musica.

  2. Ad ogni puntata rimango sempre più sbalordito e positivamente provato dalla bellezza dell’approccio di questa serie di video. Finalmente la pacatezza, la cultura, le buone maniere trionfano e mettono il buonumore, forse il futuro può sperare ancora!!! ragazzi bravissimi, con una chiara sensibilità musicale, dei quali a malapena si possono intuire l’applicazione e lo studio portato avanti in tante ore e giornate. Ancora GRAZIE al Maestro Balzani, a Paola ed a tutti i giovani talenti che ci state proponendo ed alla Associazione che ho scoperto grazie a questa collaborazione i miei migliori auguri!!.
    https://www.pianofriends.eu/asspf.html

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here