Home Articoli J.S.Bach, Preludio n.1 dal Clavicembalo ben temperato – Video lezione

J.S.Bach, Preludio n.1 dal Clavicembalo ben temperato – Video lezione

0
GD Star Rating
a WordPress rating system
CONDIVIDI

Il Preludio n. 1 dal primo libro del Clavicembalo ben temperato di J.S.Bach è uno dei brani più celebri di tutta la storia della musica. Il preludio fa parte di quest’opera imponente che Bach ha scritto in due libri, il primo dei quali risalente al 1722, il secondo al 1744, dunque a ben 22 anni dopo. Attraverso l’esplorazione di tutte e 12 le tonalità, maggiori e minori, suddivise in Preludio e Fuga, queste composizioni hanno costruito un’architettura meravigliosa che è divenuta un caposaldo della letteratura anche pianistica. Come recita il titolo, pur essendo scritte per clavicembalo oggi suoniamo queste composizioni anche al pianoforte.

Tutta questa monumentale opera parte da questo Preludio che ha quasi il carattere di un’improvvisazione, è una introduzione a tutto ciò che verrà dopo che esplorerà la tonalità scelta, seguito dalla Fuga che in invece in maniera molto articolata nella stessa tonalità si dipana in una serie di simmetrie e di regole di grande complessità.

Il primo Preludio nella tonalità di do maggiore ha una struttura molto semplice che si basa fortemente sull’armonia e potrebbe sembrare una sorta di accompagnamento arpeggiato, ma non lo è, perché racchiude in sé una inspiegabile magia. Nella linearità della sua struttura questo brano si presta da sempre a suggestioni e interpretazioni diverse, è stato utilizzato nel cinema, negli spot pubblicitari, proprio per la sua versatilità. Sappiamo che Charles Gounod, ispirandosi alle note più acute della mano destra, ci ha composto la sua celebre Ave Maria.

Come approcciare lo studio di un brano così bello?

Guardate il video per scoprirlo!

Per altre video lezioni visitate Pianosolo Maestro.

Gaia Vazzoler

Diplomata in pianoforte sotto la guida dei M° Tiziana Polletta e Carmela Pistillo, si è laureata nel 2000 col massimo dei voti in DAMS presso l’Università RomaTre con il Prof. Mario Bortolotto, discutendo la tesi sperimentale in Storia della Musica Richard Wagner e il pianoforte, che le è valsa la prestigiosa Borsa di Studio della Richard Wagner Stipendienstiftung di Bayreuth.

Ha lavorato come Musicologa per l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia per oltre dieci anni, in veste di curatrice di numerose rassegne musicali di guida all’ascolto, storia della musica e introduzione ai concerti.

Presentatrice di innumerevoli concerti ed eventi culturali, ha promosso il progetto Noteinviaggio (viaggi musicali in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia), e ha pubblicato il saggio Roma di Note, itinerario musicale nella Città Eterna dal passato ad oggi.

Collabora regolarmente le più importanti istituzioni culturali Capitoline, esibendosi come pianista sia in veste di solista che in formazioni da camera, con un repertorio che spazia dai grandi autori classici al primo Novecento.

Tra le varie attività, si segnalano le collaborazioni con Radio Vaticana, Radio Capital e la realizzazione del video documentario “Liszt e Roma” in collaborazione col M° Michele Campanella, presentato in forma di concerto nella Sala della Protomoteca del Campidoglio e trasmesso integralmente da RaiNews.

Direttore Artistico della Rassegna The Best Of, in collaborazione con numerosi Conservatori italiani ed i Corsi di Alto Perfezionamento dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, organizzatrice e presentatrice della rassegna Musicalmente 2015, Direttore Artistico della manifestazione Suonaroma, Direttore Artistico dell’evento Villa Borghese Piano Day.

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here