Home Lezioni B.Bartók, Mikrokosmos – Vol. II, nn. 37-39

B.Bartók, Mikrokosmos – Vol. II, nn. 37-39

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
B.Bartók, Mikrokosmos – Vol. II, nn. 37-39, 5.0 out of 5 based on 1 rating

B.Bartók, Mikrokosmos – Vol. II, Studi 37-39

Anche nel secondo volume del Mikrokosmos, la posizione delle mani viene sempre riferita, di volta in volta, a gamme sonore di cinque suoni congiunti. Nel primo brano della serie, il n. 37, tale disposizione rimane immutata, dall’inizio alla fine, sui primi cinque suoni del modo Lidio, ambito nel quale si dispiega una forma contrappuntistica tripartita. Nella parte centrale, quella nella quale si palesa il momento tensivo della struttura, è molto interessante l’insistenza sul V grado, il Do, eseguito in figure sincopate in una parte e in ribattuti non staccati (portati) dall’altra.

Il n. 38, nella sua equilibrata brevità, introduce lo staccato che, specie nei ribattuti, deve coniugare il distacco dal tasto con la morbidezza del polso, al fine di evitare un’asprezza poco indicata rispetto alla natura del brano, il quale richiama invece le morbide movenze del Minuetto.

Lo stesso tipo di tecnica è richiesto nel brano successivo, intitolato “Staccato e Legato” (n. 39). La rigorosa forma di Canone è articolata in una forma tripartita assai affine a quella del n. 37, con la parte centrale caratterizzata dall’insistenza sul V grado. Proprio in questa sezione la distanza fra antecedente e conseguente subisce una contrazione, creando un accrescimento di densità che, saturando lo spazio sonoro, conduce alla perentoria conclusione.

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here