Home Articoli Avishai Cohen Quartet, Cross My Palm With Silver (2017 ECM Records)

Avishai Cohen Quartet, Cross My Palm With Silver (2017 ECM Records)

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Avishai Cohen Quartet, Cross My Palm With Silver (2017 ECM Records), 5.0 out of 5 based on 2 ratings

Avishai Cohen Quartet, Cross My Palm With Silver (2017 ECM Records)

Cinque suite a firma Avishai Cohen, meritatamente definito come tra i più creativi ed originali trombettisti sulla scena jazz internazionale contemporanea, cinque brani a creare questo “Cross My Palm With Silver” pubblicato da ECM Records con la produzione artistica di Manfred Eicher.

Dopo il capolavoro del precedente “Into The Silence”, non delude la nuova registrazione di Cohen che per l’occasione ritroviamo con Yonathan Avishai al pianoforte, Barak Mori al contrabbasso e Nasheet Waits alla batteria. Lavoro ispirato ai conflitti del Medio Oriente, in particolar modo al dissidio tra due popoli, quello israeliano e quello palestinese, “Cross My Palm With Silver” concettualmente riflette su tutti i conflitti in corso nel mondo, sulla difficoltà di convivenza tra culture e visioni del mondo differenti. Non mancano i riferimenti espliciti a questa ispirazione generale del lavoro di Cohen, ad esempio nel titolo della traccia “50 Years and Counting”, palesemente riferita alla Risoluzione dell’ONU che nel 1967 sanciva all’unanimità il ritiro di Israele dai territori occupati e dall’altra parte, quella degli stati arabi, il riconoscimento. Una risoluzione mai attuata per controversie interpretative sul testo della stessa.

I cinque pezzi del disco si muovono nella conseguente atmosfera di tensione emotiva che la tematica richiede e il cui aspetto caratterizzante è una sorta di invito alla meditazione, uno slancio verso un’utopica soluzione che, almeno virtualmente, attraverso la musica, può attuarsi, farsi reale.

L’apertura è affidata a “Will I Die, Miss? Will I Die?”. Con un pianissimo la sequenza accordale del pianoforte accoglie l’ampia linea melodica della tromba di Cohen, la batteria, discreta e lieve, il contrabbasso, tutto quasi sottovoce, a definire l’atmosfera di questo disco in cui la visione sui contrasti del contemporaneo trova espressione in una invece antitetica uniformità del suono del quartetto, omogeneo, terso, dolente e a tratti spezzato, ma mai aspramente dissonante. Nel brano il cambio di scena finale apre a un maggiore dinamismo ritmico, come in tutte le suite di questo lavoro, una struttura narrante i cui paragrafi corrispondono ad altrettanti eventi.

Il modus resta lo stesso negli altri brani. Il gruppo si muove su temi essenziali nella tessitura ritmica da cui la tromba di Cohen parte verso lidi sonori inesplorati di efficace varietà ed estrema suggestione sonora.

Con “Cross My Palm With SilverAvishai Cohen conferma la fecondità di idee e la progressiva maturazione di uno stile inconfondibile per un artista che siamo certi continuerà a stupirci positivamente.

Tracklist: Will I Die, Miss? Will I Die?; Theme For Jimmy Greene; 340 Down; Shoot Me In The Leg; 50 Years And Counting.

Un preascolto di “Cross My Palm With Silver”  è disponibile sul sito della ECM Records.

 

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here