Home Articoli “As a River” è il nuovo disco in piano solo di Greg...

“As a River” è il nuovo disco in piano solo di Greg Burk. Intervista

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
“As a River” è il nuovo disco in piano solo di Greg Burk. Intervista, 5.0 out of 5 based on 1 rating

“As a River” è il nuovo disco in piano solo di Greg Burk. Intervista

Torna al piano solo Greg Burk con “As a River”, recente fatica discografica che esce per l’etichetta Tonos. Se c’è un terreno su cui la creatività di un pianista, la sua profonda riflessione musicale e la sua sensibilità possono liberamente misurarsi, questo terreno è proprio quello del piano solo. Non nuovo all’esperienza (ricordiamo il suo Clean Spring del 2016 Steeplechase Lookout), il pianista nelle quindici tracce di “As a River” evoca gli scenari naturali del Michigan, luogo di nascita, compie un viaggio della memoria mettendo in musica le suggestioni che la potenza e la bellezza della natura suscitano.

Ed è un fluire di idee musicali questo lavoro di Burk che mette insieme le differenti esperienze del pianista, un bagaglio di conoscenze immenso che va dalla musica classica dell’ambiente familiare agli studi a Detroit e alla frequentazione di artisti del calibro di Paul Bley, George Russell, Archie Shepp, Yusef Lateef, Danilo Perez, patrimonio rielaborato in maniera del tutto personale. Da questi elementi uniti a una spiccata curiosità intellettuale scaturisce, per restare nella metafora fluviale, una personalità eclettica e versatile. Un intenso afflato lirico anima brani come “The Slow Hello”, “Five Petals”, “Love Wins”, mentre il cantabile di “River to Tears” o della titletrack si avvicina al sublime, tutti brani che vivono in una dimensione intima. Gli aspetti ritmici si fanno spiccati in “Sun Salutation” e “Serena al telefono”. Greg Burk esplora, sia nella direzione del suono, con “Confluence of Color”, sia in quella delle possibilità timbriche e orchestrali del pianoforte, come in “Radiant Heart”, il brano a mio parere più riuscito del disco, dove un sontuoso tappeto sonoro si fa esplosione vitale, dinamismo, energia pura.

Abbiamo incontrato Greg Burk a Roma, in occasione del concerto che ha tenuto a Villa Borghese Piano Day, e con lui abbiamo parlato di “As a River”, del piano solo, del suo legame profondo con la natura che ne fa anche un attivista nella divulgazione delle tematiche sui cambiamenti climatici e di molto altro in questa video intervista.

 

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here