Home Articoli L’arrangiamento: limiti dell’arrangiatore e diritti dell’arrangiato

L’arrangiamento: limiti dell’arrangiatore e diritti dell’arrangiato

1
L'arrangiamento: limiti dell'arrangiatore e diritti dell'arrangiato, 5.0 out of 5 based on 284 ratings

http://it.qoob.tv/img/blog/18120.jpgUltimamente mi è preso il matto: vorrei realizzare, assieme alla collaborazione di Christian, di 5 arrangiamenti delle ultime novità discografiche. Per arrangiamenti intendo delle riadattazioni create ad hoc per chi sta imparando a suonare il pianoforte, insomma degli spartiti da integrare nelle Lezioni di Pianosolo.

Mi sono chiesto quindi quali sono i limiti entro i quali riuscire a non infrangere il diritto d’autore. Realizzare cioè un “prodotto” che non leda gli interessi altrui e possa garantirne, eventualmente, a me.
Ho cercato come un pazzo con Google, siti su siti, pagine su pagine. E alla fine qualcosa ho trovato: un parere legale di Sveva Antonini, specialista del diritto d’autore.

Potete scaricare il documento di Sveva Antonini QUA

Se avete dubbi, domande o richieste, fatele qua o inviate una mail a AntoniniSveva(at)libero.it

Pianosolo consiglia

Articolo precedenteTico-Tico no Fubá – Zequinha de Abreu (spartito originale per pianoforte)
Articolo successivo“Quizas, quizas, quizas” – spartito per pianoforte
Marketing manager e Webmaster di Pianosolo.it, mi occupo delle relazioni con gli investitori, della pianificazione di strategie di comunicazione e marketing, dello sviluppo e gestione del sito Web. Per qualsiasi informazione visita la pagina dei contatti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here