Home Articoli Concerti Angelo Fabbrini. La valigetta dell’accordatore

Angelo Fabbrini. La valigetta dell’accordatore

0

La valigetta dell’accordatore è il titolo della conversazione che Angelo Fabbrini terrà con il giornalista Angelo Foletto sabato 21 maggio alle ore 12 alla Triennale di Milano per Piano City Milano in collaborazione con Corriere della Sera.

Non ha bisogno di presentazioni, per chi vive il mondo del pianoforte, Angelo Fabbrini, la cui professionalità di tecnico accordatore è riconosciuta a livello internazionale dai più grandi pianisti al mondo. Questa professionalità, ereditata dal padre Giulio con il fratello Vittorio, vanta ad oggi sessant’anni di attività nel settore dei pianoforti da studio e da concerto e gli ha consentito di lavorare con artisti come Nikita Magalof, Emil Gilels, Martha Argerich, Bruno Canino, Michele Campanella, Alexis Weissenberg, Maurizio Pollini ed Arturo Benedetti Michelangeli e con festival e istituzioni musicali di grande rilievo.

Ma Angelo Fabbrini è soprattutto una persona profondamente innamorata del pianoforte, strumento al quale ha dedicato la sua vita professionale senza sosta e questo amore traspare da ognuna delle parole che ha pronunciato in occasione di questa nostra intervista.

Pianosolo consiglia

Articolo precedenteFrida Bollani Magoni sarà a Piano City Milano. “Il pianoforte è il re degli strumenti”
Articolo successivoLe avventure di un istrionico maestro di musica in un nuovo volume di Remo Vinciguerra

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here