Home Teoria Armonia Abbreviazioni e simboli usati nel testo di uno spartito

Abbreviazioni e simboli usati nel testo di uno spartito

0

Quante volte di fronte a uno spartito di musica leggera ti sei trovato spiazzato nel vedere abbreviazioni e simboli musicali che non avevi mai visto nelle partiture di musica classica? La musica, come spesso abbiamo detto, è una lingua e in quanto tale ha il suo alfabeto, la sua grammatica, la sua sintassi. Imparare a decodificare un testo musicale è indispensabile ai fini dell’esecuzione. Oggi ti dò qualche dritta!

Le sigle degli accordi

Lo scoglio principale che si incontra nella lettura di uno spartito di musica leggera è rappresentato inizialmente dalle sigle degli accordi. Non troverai infatti in questa tipologia di spartito il doppio pentagramma con la melodia in chiave di violino da eseguire con la mano destra e le note in chiave di basso da affidare alla tua mano sinistra. Troverai piuttosto un solo pentagramma con la melodia in chiave di violino e delle lettere sopra (o sotto) al pentagramma.

Cosa significa? Quelle lettere sono le sigle degli accordi che dovrai eseguire con la mano sinistra.

Le sigle indicano sempre la nota fondamentale dell’accordo da eseguire, solo che queste sigle possono consistere in note vere e proprie o in semplici lettere.

Vediamo un paio di esempi. Questo è un pezzo di Antonello Venditti dove puoi leggere agilmente gli accordi in quanto sono abbreviati con le note che conosci.

Ma qui invece cosa accade?

La risposta è semplice: è stata usata la notazione musicale anglosassone, molto diffusa nella musica leggera, pop e anche nel jazz.

Ed eccoti il codice per decrittarla:

C = Do
D = Re
E = Mi
F = Fa
G = Sol
A = La
B = Si

Gli accordi possono essere maggiori, minori, diminuiti o aumentati e trovi le corrispondenti indicazioni in partitura.

L’accordo minore sarà indicato con una m o con un -.

L’accordo maggiore sarà indicato con una M o con un +.

Se trovi una M vuol dire che quell’accordo è maggiore.

L’abbreviazione aum indica che quell’accordo è aumentato.

L’indicazione dim indica che quell’accordo è diminuito.

Ti consiglio di guardare questo articolo per poter scoprire tutti gli accordi online.

Altre abbreviazioni e simboli

Ci sono poi alcuni simboli musicali davvero curiosi che devi conoscere e che sono ricorrenti in uno spartito di musica leggera.

Cominciamo con l’abbreviazione del D.C. che sta per Da capo e indica di ripetere la sezione del brano che stai suonando dall’inizio.

D.C al fine invece indica la ripetizione del brano dall’inizio fino alla scritta “fine”.

Se si richiede di suonare dopo la ripetizione la coda troverai questa specie di simbolo molto somigliante ad un mirino.

Talvolta il punto da cui ripetere la parte di brano fino alla fine è indicato da questo simbolo musicale:

Naturalmente troverai in partitura l’indicazione D.S. (Dal segno).

D.S al fine indica che bisogna ripetere dal simbolo fino alla scritta fine.

Pronto ad affrontare le partiture di musica moderna? Se ci sono abbreviazioni e simboli musicali che non conosci e che vorresti conoscere commenta qui sotto!

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here