Home Articoli Concerti 8 Consigli per scrivere dei Jingle radiofonici e televisivi

8 Consigli per scrivere dei Jingle radiofonici e televisivi

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI

Ti sarà certamente capitato di aver ascoltato in radio o tv la canzone legata a una pubblicità e, a distanza di diversi giorni o settimane, questa ronzava ancora nella tua testa. Se è rimasta nonostante le miriadi di informazioni che riceviamo ogni giorno, significa che il jingle è stato efficace.

Ecco alcuni consigli che secondo me potrebbero essere utili nella scrittura di un jingle:

Consiglio 1: Ricerca e ascolta altri jingles

Può sembrare scontato ma per fare dei buoni jingles è necessario ascoltare tanti jingles, così come per fare del buon jazz è necessario ascoltare tanto buon jazz.

Richard Leiter, grande compositore di Jingle che ha scritto anche per Microsoft, dice “ascolta di tutto”. Le musiche dei Jingle hanno, col passare del tempo, sempre una qualità maggiore , perciò il tuo lavoro deve essere superlativo e deve puntare a essere migliore di molte delle musiche che senti alla Tv.

Ascolta Jingle da free-intro-music oppure premiumbeat.

Consiglio 2: Sii indipendente

In questo pdf puoi trovare interessantissime nozioni per quanto riguarda le case discografiche e le agenzie pubblicitarie. Gli artisti si sono sempre rivolti e appoggiati a queste aziende ma le cose stanno cambiando ed è bene rendersene conto. Inizia a farti conoscere creando jingle entusiasmanti e pubblicali sui tuoi canali Youtube e Soundcloud.

Consiglio 3: Comprendi il tuo ruolo

Qual è il ruolo di chi scrive jingle? I jingles sono opere scritte per aziende o compagnie che desiderano promuovere un prodotto o altro. Il tuo obiettivo è quello di capire il messaggio fondamentale di una società e di tradurlo in musica. In altre parole, la tua musica diventerà veicolo del tuo messaggio. Perciò il carattere della musica sarà strettamente correlato al messaggio e dovrà rispettare il ruolo dell’azienda in questione.

Sii pronto anche a delle rivisitazioni. Supponiamo tu abbia scritto una musica di 30 secondi per un’azienda. Ci hai lavorato molto e sei davvero soddisfatto del risultato finale. Tuttavia il responsabile dell’azienda non è convinto in 10 secondi del tuo brano. Come agire in questa situazione? Semplice! Essendo lui il committente dovrai chiedere cosa di preciso non gli piace. L’assolo di chitarra? Quell’accordo di pianoforte? Quella pausa così lunga?

Molte volte chi non è musicista non sa spiegare cosa non gli piace, ma se lo aiuti, potrai capire nei dettagli cosa non è stato gradito e quindi potrai concentrarti sulle modifiche specifiche e risparmiare molto tempo.

Consiglio 4: Porta sempre con te delle DEMO

Il metodo migliore per proporti sempre e in qualsiasi momento tu ritenga opportuno è quello di avere con te una chiavetta USB che contenga in 40 secondi un mix dei tuoi 6-7 Jingle di maggior successo. Puoi inviare questo mix per email alle migliori case di produzione o aziende che hanno un reparto marketing creativo.

Cerca sempre di essere originale anche solamente inserendo un oggetto dell’email particolare. Differenziati e sii sempre creativo.

Consiglio 5: Fai domande

Una volta che il cliente ti chiede di fare qualcosa per lui, ricorda che la creazione di un jingle è un processo di collaborazione. Cerca di capire le sue esigenze e proponi jingle tuoi o di altri per capire a quale stile vogliano avvicinarsi.

Se sarai fortunato il tuo cliente avrà già una melodia in testa e ti chiederà di ispirarti a quella. Allora il gioco sarà più semplice per entrambi.

Ah, non preoccuparti di sparare alto col prezzo. Avrai tante lavoro da fare per da quei pochi secondi di jingle. Dovrai fare modifiche, rifarle, cambiarle per poi tornare come prima. Tutto questo comporta lavoro e stress perciò… fatti pagare bene (quando è possibile).

Consiglio 6: Ricrea atmosfere di altri brani

Quando il cliente ti dirà “mi piacerebbe avere un Jingle che suoni come Let it be dei Beatles” sarà un “problema”. Non puoi ovviamente prendere troppo spunto dalla canzone, ricordati sempre che ci sono delle leggi che tutelano le opere originali. Tuttavia potrai cercare di ricreare l’atmosfera e la sensazione che quella data canzone ha. Utilizza il tuo estro per tradurre l’emozione e ricrearla nel tuo jingle originale.

Quello che puoi fare, per iniziare, è capire quale sia lo strumento principale di quella canzone. In Let it Be è il pianoforte che domina la scena. Perciò puoi creare il tuo jingle facendo sentire una prevalenza di questo strumento.

Consiglio 7: Gioca sui tuoi punti di forza

Se sei un artista che ha grandi competenze e doti in un dato genere musicale, per esempio quello Dance, fai sentire questi tuoi punti di forza in quello che componi. Sii te stesso e ti differenzierai fra la massa. Questo è ancora più importante se lavori da indipendente.

Consiglio 8: Sii flessibile

Il compenso per il tuo lavoro sarà variabile. Ovvio che la piccola azienda della tua città ti pagherà in modo diverso rispetto a una multinazionale. Devi essere molto flessibile nel fare il preventivo perché puoi rischiare di perdere un eventuale lavoro. Se hai realizzato un Jingle per una multinazionale e ti sei fatto pagare €10.000, non potrai fare lo stesso con la piccola azienda. Perciò quando ti chiederanno “quanto mi verrà a costare?” tu rispondi con un’altra domanda: “Qual è il vostro budget?

Lavorando con diverse aziende ti renderai conto che dovrai adattarti spesso. Non sempre otterrai quello che vorrai. Ogni cliente ha esigenze differenti. Per esempio alcuni vorranno il tuo prodotto solamente da noleggiare, altri lo vorranno comprare mantenendo la tua firma e altri ancora vorranno comprarlo ma mettendoci la loro di firma. Ricordati sempre che per ogni lavoro non puoi ottenere sempre quello che desideri. Prendi quanto puoi da quella situazione e poi passa ad altro.

Una volta che avrai una grande lista di clienti, potrai essere tu stesso a decidere per chi lavorare, escludendo quelli che hanno adottato soluzioni non troppo a tuo favore.

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here