Home Articoli Yamaha Piano Discovery. A Cremona alla scoperta del pianoforte

Yamaha Piano Discovery. A Cremona alla scoperta del pianoforte

1
GD Star Rating
a WordPress rating system
CONDIVIDI
Yamaha Piano Discovery. A Cremona alla scoperta del pianoforte, 4.9 out of 5 based on 18 ratings

Yamaha Piano Discovery. A Cremona alla scoperta del pianoforte

yamaha-piano-discovery-600

Se osserviamo un pianoforte non possiamo non mettere immediatamente in moto la nostra capacità immaginativa. Nel silenzio si fa largo un suono e la nostra mente crea musica anche senza toccare nessuno dei tasti bianchi e neri. Il fascino del pianoforte è analogo a quello di uno spazio da esplorare, eppure è un luogo che abbiamo attraversato molte volte, ma che ogni volta ci apre strade nuove, vie principali o secondarie, mai identiche, mai le stesse.

Un pianoforte si può raccontare, ma nessuna parola esprimerà mai l’anima di questo strumento. Bisogna piuttosto sentirlo suonare e attraverso la musica comprenderne le possibilità e carpirne la voce.

A Cremona Pianoforte Yamaha quest’anno ci offre la possibilità di percorrere queste strade attraverso la sua vasta gamma di strumenti. Non è la consueta esposizione fieristica. In Sala Stradivari, per i tre giorni della fiera, artisti di tutto il mondo ci faranno scoprire concretamente la bellezza del pianoforte attraverso eventi speciali.

In sala otto pianoforti, fra cui l’innovativo TransAcoustic, per la prima volta in Italia.

La musica percorrerà generi, forme, paesi differenti in un programma ricco e poliedrico che ben rappresenta la versatilità degli strumenti Yamaha.

In Sala Stradivari sarà presentato in anteprima assoluta il progetto Piano Store – per sei pianoforti, di Massimo Giuntoli, che vedrà protagonisti sei giovani pianisti: Chantal Balestri, Serena Galli, Davide Tura, Roberto Franca, Daniele Leoni e Anna Maria Morici nell’immaginaria invasione di un emporio musicale. Lo stesso Massimo Giuntoli terrà qui la sua Pianoformance, impari lotta fra uomo e macchina per il dominio del pianoforte. Non mancheranno nomi del pianismo internazionale come Evgenia Nalivkina, Marialy Pacheco, o giovani talenti come Eleonora Spina e Michele Benignetti, o ancora il progetto intitolato “Piano B” di Teo Ciavarella, che presenta con il suo libro un nuovo metodo di apprendimento del pianoforte attraverso l’improvvisazione.

Attesissima anche la presenza di un duo inedito come quello formato dal violoncellista Giovanni Sollima e Cesare Picco, o del piano solo del pianista jazz Antonio Faraò. Su uno dei pianoforti Yamaha in sala Stradivari rivivrà anche il genio di Frank Zappa attraverso la trascrizione dei suoi brani a cura di Marco Dalpane.

Altro progetto nuovo che potremo ascoltare a Cremona è “Musique sans frontieres”, ideato e realizzato da un altro duo d’eccezione: l’interprete classico Michele Campanella e il sassofonista argentino Javier Girotto.

Non mancheranno le esplorazioni approfondite di alcuni strumenti guidate da Gian Piero Terravazzi, Piano Product Specialist e Piano Technician presso Yamaha Music Europe e ancora scopriremo insieme la rivoluzione del suono del nuovo TransAcustic attraverso il pianista e tastierista olandese Bert Smoremburg. La parola incontra la musica nella performance “La giornata di un musicista” del Maestro Paolo Stefano e dell’attrice Debora Mancini.

Alessio Bertallot porta invece una puntata radiofonica in Sala Stradivari. La sua “Radio da camera” ricrea quel rapporto diretto con il pubblico che è proprio dell’ensemble cameristico. Domenica gran finale con Banda Osiris in “Le dolenti note”, spettacolo tratto dal libro omonimo.

Segnaliamo infine la presentazione del progetto “Musica a scuola”, a cura dell’Ing. Raffaele Volpe Direttore Classic Division, finalizzato all’offerta alla scuola primaria di corsi di musica per bambini in orario scolastico attraverso il Metodo Yamaha.

Uno spazio di musica, arte e bellezza nel quale vi aspettiamo. Ci vediamo a Cremona!

Il programma

Yamaha-Piano-Discovery-pieghevole-INTerno

Qui potete scaricare il programma di Yamaha Piano Discovery in formato pdf.

Pianosolo consiglia

1 commento

LASCIA UN COMMENTO