Home Articoli Concerti Una serie Tv sull’Accademia di Imola

Una serie Tv sull’Accademia di Imola

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI

Il canale “Classica HD” di Sky ci accompagna per mano mostrandoci l’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, un mondo incredibile nel quale ogni anno decine di nuovi talenti intraprendono un percorso formativo che li porterà a diventare i grande pianisti di domani. I concorsi, gli esami, le ore di studio e la tensione prima dei concerti saranno il pane quotidiano di queste puntate.

Le videocamere si insinueranno anche dietro le quinte, dove si nascondono amicizie e rivalità, per svelare anche il rapporto con i docenti, gli ospiti illustri e tutte le persone che gravitano intorno all’Accademia a partire dal Maestro Franco Scala, fondatore dell’Accademia di Imola e figura rivoluzionaria nel campo della didattica per pianoforte.

 

I protagonisti della serie saranno i giovani pianisti come Gile Bae, una giovane studentessa metà coreana e metà olandese che vive nello studentato dell’Accademia, Federico Colli, uno dei più grandi talenti in Italia, e poi André Gallo, Leonardo Però, lo spagnolo Rùben Talon, Pietro Gatto e importanti ex allievi come l’argentina Ingrid Fliter e Giuseppe Albanese.

La serie intitolata “Pianisti” è stata girata principalmente nei locali dell’Accademia di Imola con la voglia di raccontare con occhio nuovo il mondo del pianismo d’eccellenza, dando rilievo all’importanza dello studio e alle qualità artistiche dei protagonisti. La scelta di dedicare una serie televisiva ai pianisti è piuttosto coraggiosa e forse non molto commerciale. Tuttavia l’intento è anche quello di rendere omaggio a un’istituzione che ha rinnovato un mondo, inaugurando una nuova didattica che ha messo lo studente al centro del percorso formativo. Un modo nuovo d’insegnare che ha permesso all’Accademia Pianistica, fondata dal M° Scala, inizialmente come associazione privata nel suo studio, e poi nella sua forma definitiva nel 1989, di sfornare pianisti capaci di vincere più di 60 tra i concorsi pianistici più prestigiosi al mondo.

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO