Home Articoli Trionfo del pianoforte a Piano City Milano

Trionfo del pianoforte a Piano City Milano

1
GD Star Rating
a WordPress rating system
CONDIVIDI
Trionfo del pianoforte a Piano City Milano, 5.0 out of 5 based on 2 ratings

Trionfo del pianoforte a Piano City Milano

PC96

Si è conclusa domenica la quarta edizione di Piano City Milano. Per 3 giorni, dal 22 al 24 maggio, Milano ha goduto di una colonna sonora ininterrotta creata dagli artisti che si sono esibiti nelle differenti e molteplici location della città, dalle piazze ai cortili, dagli edifici storici alle case dei privati. Il suono del pianoforte ha accompagnato il fine settimana dei milanesi che hanno risposto con entusiasmo e partecipazione.
La proposta artistica ha incluso grandi nomi del pianismo internazionale, ma anche molti giovani che hanno avuto così la possibilità di esibirsi e che hanno trovato in Piano City lo spazio ideale per la valorizzazione delle proprie qualità artistiche.

PC6
Particolarmente interessante la scelta dei nomi in cartellone quest’anno, a partire dall’inaugurazione al Parco Sempione con le sperimentazioni musicali di Hauschka che si esibito davanti a un pubblico numeroso su un palco suggestivo e allestito ad hoc per l’evento. Il percorso artistico di Piano City Milano 2015 si è proiettato in una dimensione non convenzionale, soprattutto sul palco principale della Gam, dove nomi come quelli di Cristian Zarate, di Bugge Wesseltoft, Martin Tingvall, Franco D’Andrea, o il Klavier Project di Cesare Picco, solo per citarne alcuni, hanno portato il lavoro di ricerca di nuovi suoni, il rinnovamento del linguaggio stesso della musica, all’attenzione del grande pubblico, riscuotendo un consenso unanime.

PC47PC81
Il vero successo di Piano City Milano risiede proprio in questa capacità di riunire un pubblico eterogeneo per età, per cultura musicale, per estrazione sociale, per provenienza geografica, intorno a un pianoforte, creando contemporaneamente una nuova comunità di persone interessate, facendosi strumento di divulgazione del valore musica, riuscendo a essere un proficuo momento di aggregazione, un’occasione di scoperta della città e di una bellezza diffusa che solo la musica reca come qualità intrinseca.

PC90
Un’operazione intelligente e utile questa di proporre artisti altrimenti difficilmente ascoltabili in contesti pubblici di così vaste dimensioni. Un’operazione perfettamente riuscita sia appunto sul main stage della GAM sia nella dimensione più intima delle case dei milanesi, dove si è potuta riscoprire il volto più intimo della musica, la condivisione di uno spazio privato e la forte empatia che viene a stabilirsi fra artista e pubblico.
Non sono mancate anche quest’anno le piacevoli peculiarità del Piano Tram, della Piano Boat, del Piano Tandem, a dimostrare che si può davvero far musica ovunque e con gioia. PC22
I partner “tecnici” Aiarp, Crescendo, Fazioli, Furcht/Kawai, Griffa & figli, Steinway & Sons, Tagliabue, Tarantino Pianoforti, Yamaha, KF Milano Musica, Bösendorfer, Passadori Pianoforti, Piatino Pianoforti non si sono limitati a mettere a disposizione i pianoforti della manifestazione, ma hanno partecipato attivamente alla riuscita della rassegna facendosi organizzatori di eventi con programmi musicali di particolare levatura.

PC51
Un bilancio positivo dunque quello che ci sentiamo di stilare per Piano City Milano 2015 che ci ha regalato una indimenticabile tre giorni di musica e che ci fa essere ottimisti sul futuro della musica. La copiosa partecipazione e il consenso diffuso all’iniziativa aprono le porte alla speranza che questa bellissima musica non finisca davvero mai.

Pianosolo consiglia

1 commento

  1. […] Piano City Milano 2015 ha avuto come protagonista il pianoforte. Solitamente quando pensiamo a un festival pianistico pensiamo agli artisti che lo animeranno, alla musica che andremo ad ascoltare, ai luoghi suggestivi che visiteremo, e lo strumento è quasi un fattore scontato. In realtà i numerosi pianoforti che sono stati suonati in questa kermesse durata 3 giorni e che ha previsto oltre 300 concerti hanno avuto bisogno di essere trasportati, accordati, messi a punto. […]

LASCIA UN COMMENTO