Home Teoria Armonia Studiare e imparare la scala cromatica

Studiare e imparare la scala cromatica

2
GD Star Rating
a WordPress rating system
CONDIVIDI
Studiare e imparare la scala cromatica, 5.0 out of 5 based on 283 ratings

Si sente spesso parlare dell’ importanza che hanno le scale. Per scale però si sottointende sempre che queste siano scale diatoniche.

Le scale cromatiche

In questo articolo volevo sottolineare invece l’ importanza che hanno anche le scale cromatiche. Possiamo dire che nel 50% dei casi nella musica classica troviamo dei passaggi cromatici, che possono essere solo delle piccole battute oppure delle grandi scale cromatiche distese su 2 o più ottave.

Dobbiamo essere pronti a studiarle fin da subito. Proviamo a pensare alla grande scala cromatica discendente nel prima tempo della Patetica di Beethoven! Quel passaggio è essenziale e porta poi ad un nuovo tema. Immaginati che brutto arrivare a studiare quel brano e doversi soffermare per giorni per poter andare avanti.

Esaminiamo come si esegue una scala cromatica:

Questa è una scala cromatica su di un’ ottava, ascendente e discendente.

Ecco la diteggiatura con la mano destra:

ascendente: 1 3 1 3 1 2 3 1 3 1 2 3 4

discendente: 4 3 2 1 3 1 3 2 1 3 1 3 1

Diteggiatura per la mano sinistra:

ascendente: 1 3 1 3 2 1 3 1 3 1 3 2 1

discendente: 1 2 3 1 3 1 3  1 2 3 1 3 1

Esercizi per studiare la scala cromatica

Per studiare e imparare la scala cromatica ti voglio suggerire alcuni esercizi tratti dai metodi più conosciuti:

Introduzione alla scala cromatica del Beyer

Esercizio n.106 del Beyer

Le scale di Vincenzo Mannino

Grande Pischna n.48

Gradus ad parnassum di Clementi  II libro studio n.58

Hanon II parte (es. 40)

Pozzoli Studi di media difficoltà – studio n.18

Pozzoli 24 studi di facile meccanismo – studio n.24

II Studio di Chopin op.10

Pianosolo consiglia

2 COMMENTI

  1. Non lo dico per farti un appunto, ma esclusivamente per conoscere il tuo punto di vista.
    Nei libri didattici si consiglia di studiare la scala cromatica utilizzando anche il quarto dito seguito dal pollice, anziché solo primo e terzo, intervallato dal secondo, come mi è sembrato che tu abbia fatto nel filmato.
    Questa diversa diteggiatura a me sembra una vera scocciatura, perché la scala cromatica può essere eseguita benissimo così come hai spiegato tu nel filmato.
    La domanda che ti faccio è: basta studiare la diteggiatura da te proposta, o occorre assolutamente studiare anche l’altra?

    • Figurati Pasquale! Guarda, alla fin fine quando eseguirai le scale cromatiche, sceglierai tu la diteggiatura che preferisci.. non è che una volta utilizzi quell col 4 e una volta quella col 3.. perciò..La diteggiatura con l'alternarsi del 4 dito è puramente un esercizio di tecnica, niente più.. ! 😉

LASCIA UN COMMENTO