Solfeggio: cos’è e come si fa?

solfeggio
  • 28 agosto, 2014
  • 10
  • VN:F [1.9.22_1171]

Si sente molto spesso parlare di ” solfeggio ” ma quanti di noi sanno veramente cos’è?

Il solfeggio è una pratica di lettura orale della musica  che prevede la scansione ritmica delle note e delle pause e che pertanto aiuta ad assimilare la suddivisione del tempo. Questa pratica è molto utile per scandire e risolvere ogni tipo di battuta che ci si presenta.

Attraverso il solfeggio possiamo riuscire a suonare qualsiasi brano musicale senza averlo mai ascoltato. Ci fa acquisire padronanza sul tempo, sul ritmo e ci aiuta a risolvere le battute più complesse (comprese quelle con gruppi irregolari).

Ma come si solfeggia? Ecco un breve video introduttivo.

Come avrai potuto capire, il solfeggio si esegue tenendo davanti lo spartito che viene suddiviso e scomposto attraverso i movimenti delle mani. Ogni nota viene letta ad alta voce.

Il solfeggio è davvero fondamentale perché aiuta ai musicisti neofiti ad apprendere alla perfezione il tempo, mentre aiuta ai musicisti più esperti a scomporre le battute particolarmente elaborate, rendendole semplici.

Perciò, se suoni il piano e ancora non solfeggi, ti consiglio vivamente di cominciare. Prossimamente posterò altre lezioni, perciò non sarai in balia di te stesso :) .

Per ora sappi solo che in un tempo di 4/4 , una semibreve (nota da 4/4) viene solfeggiata in questo modo:

Do-o  o-o  o-o o-o

Come hai potuto notare, le scomposizioni totali sono 8 (Do(1) -o(2) o(3)-o(4) o(5)-o(6) o(7)-o(8). Questo perché i movimenti totali sono 4 (perché il tempo è 4/4), e ogni movimento, a sua volta si suddivide in due scomposizioni (ogni movimento corrisponde ad 1/4, e ogni quarto viene suddiviso in due suddivisioni da 1/8).

Come hai potuto notare nel video, ho battuto i movimenti (ho suddiviso i movimenti) in modo tale che la mano si muova solo in battere (vuol dire che la mano va solo su e giù). Se solfeggi già, oppure anche se non lo fai ancora, avrai sicuramente visto solfeggiare qualcuno e avrai notato che ogni studente, a seconda del conservatorio che frequenta, questi movimenti li batte in maniera diversa.

Io ti mostrerò uno dei movimenti possibili per solfeggiare. In ogni caso, se deciderai di adottare un tipo di movimento diverso, ti suggerisco di mantenerlo sempre, almeno all’inizio, per non cadere in confusione.

Solfeggio: cos’è e come si fa?, 5.0 out of 5 based on 290 ratings

Lezioni che potrebbero interessarti:

E tu cosa ne pensi? Lasciaci il tuo commento