Home Classica Solfeggi cantati n.2 (Pozzoli appendice il I corso)

Solfeggi cantati n.2 (Pozzoli appendice il I corso)

3
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Solfeggi cantati n.2 (Pozzoli appendice il I corso), 5.0 out of 5 based on 290 ratings

Solfeggi cantatiEcco la seconda lezione dei Solfeggi cantati, molto attesa da alcuni :).

In questa lezione oltre che a vedere il secondo esercizio del Pozzoli, vedremo come è importante memorizzare e soprattutto, riuscire a trovare le note giuste senza l’ ausilio del pianoforte. Queste due caratteristiche sono fondamentali, ed ora vediamo come affrontarle.

Lezione n.2

Ovviamente anche in questa lezione, come in quella precedente, i passaggi da seguire per intraprendere lo studio di un solfeggio cantato sono sempre gli stessi. Ecco il secondo esercizio.



Come memorizzare

Memorizzare dei solfeggi cantati è molto più difficile che memorizzare un pezzo per pianoforte. Questo perchè in questo caso non viene in aiuto l’ utilissima memoria di mano. Ma i metodi per memorizzare sono in grosso modo simili a quelli per memorizzare un qualsiasi pezzo di pianoforte.

La cosa importante è cantare ad alta voce il pezzo, in modo tale che le note ci rimangano bene in mente; poi bisogna suonare battuta per battuta e verificare se le note che abbiamo cantato corrispondano o no con quelle scritte, e così via per tutti i giorni necessari finchè non si ha memorizzato con sicurezza il solfeggio.

Mantenere

Il mantenimento è senza dubbio la parte più importante. Infatti se memorizziamo e non mantenimo il pezzo, questo è facile che svanirà dalla nostra mente e tutto il lavoro svolto andrà perso. Perciò è bene riprendere almeno una volta ogni due settimane tutti i solfeggi cantati imparati a memoria fino ad adesso e ripeterli (lo stesso procedimento può essere effettuato con i pezzi per pianoforte).

Pianosolo consiglia

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO