Home Classica Schumann Op.68 no.10, Il contadino allegro (Spartito pianoforte)

Schumann Op.68 no.10, Il contadino allegro (Spartito pianoforte)

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Schumann Op.68 no.10, Il contadino allegro (Spartito pianoforte), 5.0 out of 5 based on 1 rating

Il brano no.10 della raccolta Op.68 di Schumann è un classico della didattica pianistica. Si tratta di un brano ricco di insidie e di posizioni relativamente scomode che mettono l’allievo a dura prova, soprattutto nella creazione di un buon suono.

La sinistra è la mano che porta avanti la linea principale e proprio per questo motivo dovrà essere messa in risalto rispetto alla mano destra che esegue dei semplici accordi di accompagnamento:

schumann

A che velocità bisogna eseguire questo brano? Le indicazioni di metronomo delle varie edizioni sono contrastanti. Nell’edizione “Les Editions Outremontaises” abbiamo 116 alla semiminima (come nella figura sopra). L’edizione Ricordi invece consiglia 104 alla seminima. A mio parere non bisogna vedere questo brano come una gara di formula uno. Piuttosto bisogna puntare sulla pulizia e chiarezza del tema, eseguito ad una velocità tale che permetta all’ascoltatore di capire quale sia il filo conduttore.

Legature e frasi

Bisogna prestare particolare attenzione al fraseggio di ogni singola frase. Il brano comincia in “levare”. Ciò significa che l’accento non cadrà sulla prima nota della mano sinistra (Do) come verrebbe spontaneo fare, ma sulla seconda (Fa). Ricordati sempre di “respirare” fra una legatura e la sua successiva.

Fai bene attenzione a quando il tema viene ripreso con il raddoppio della destra. Il fraseggio cambia nettamente:

fraseggio schumann

Non abbiamo più un discorso unico (Do Fa La Do), ma abbiamo due discorsi separati (Do Fa; La Do).

 

Diteggiatura

Il primo passaggio a cui prestare attenzione lo abbiamo immediatamente alle prime battute:

separare frasi

 

La mano sinistra ha uno scambio di dito sullo stesso posto. Nella nota che segue invece, io consiglio di mettere un “2” che permette di adottare il pollice sul Sib (il pollice sui tasti neri è solitamente da evitare poiché da un punto di vista didattico non è formativo. Tuttavia questa diteggiatura permette di evitare tutti i passaggi del pollice che ci sarebbero stati con la diteggiatura standard). Grazie al pollice su questo tasto, possiamo successivamente scivolare col pollice sul tasto bianco precedente (La), proprio così:

diteggiatura-schumann

 

Puoi trovare decine e decine di esecutori su Youtube che adottano questa diteggiatura non convenzionale.

Nelle battute a seguire, possiamo cercare di ottenere il legato assoluto adottando una diteggiatura che a Bach sarebbe piaciuta molto:

image010

evitando così di interrompere il suono fra il Sib e il La. Molto valida anche la diteggiatura 5-4-3.

Esecuzione

evitando così di interrompere il suono fra il Sib e il La. Molto valida anche la diteggiatura 5-4-3.

Spartito

Scarica lo spartito per pianoforte.

download

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO