Home Teoria Armonia Riconoscere gli accordi ad orecchio (Introduzione)

Riconoscere gli accordi ad orecchio (Introduzione)

1
GD Star Rating
a WordPress rating system
CONDIVIDI
Riconoscere gli accordi ad orecchio (Introduzione), 5.0 out of 5 based on 113 ratings

Riconoscere gli accordi ad orecchio è un’operazione molto complessa e impegnativa. In questa serie di appuntamenti dedicati all’ear training sugli accordi cercheremo di identificare, attraverso esercizi di progressiva difficoltà, la tipologia degli accordi.

Alleneremo il nostro orecchio in un percorso quasi esclusivamente pratico, riusciremo a determinare ciascuno dei 6 modi in cui un accordo si può presentare:

  • Maggiore
  • Minore
  • Minore 7
  • Dominante
  • Semidiminuito
  • Diminuito

Esempio tonalità di DO (C):

TipologiaSiglanote strutturali
MaggioreF – 3M – 5G
MinoreF – 3m – 5G
Minore 7F – 3m – 5G – 7m
Dominante5alt (+ e -) 9M e 9alt (+ e -) 11G, 11#, 13M e 13m (in pratica TUTTO tranne la 7M)
SemidiminuitoF – 3m – 5dim – 7m
DiminuitoF – 3m – 5dim – 7dim

Partiremo quindi dal riconoscimento delle due tipologie di accordi più comuni, gli accordi maggiori e minori. Successivamente ci spingeremo sulle restanti (complesse e meno conosciute) tipologie, andando ad approfondire, in ultima istanza, le estensioni e/o le alterazioni possibili per ogni accordo.

Consigli prima di intraprendere questo percorso

Poiché il percorso sarà quasi esclusivamente pratico, prima di intraprenderlo occorre conoscere perfettamente argomenti teorici come gli accordi, le quadriadi,  gli intervalli.

Buona esercitazione.

 

Tutti gli esercizi del corso:

Pianosolo consiglia

1 commento

LASCIA UN COMMENTO