Home Articoli Ramberto Ciammarughi, New Music For Trio (2013, Cam Jazz)

Ramberto Ciammarughi, New Music For Trio (2013, Cam Jazz)

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Ramberto Ciammarughi, New Music For Trio (2013, Cam Jazz), 5.0 out of 5 based on 140 ratings

Ramberto Ciammarughi, New Music For Trio (2013, CamJazz)

ciam

Otto tracce per questo “New Music For Trio”, lavoro discografico che il pianista Ramberto Ciammarughi ci offre all’ascolto, un debutto con la label CamJazz , affiancato da due nomi importanti del jazz internazionale: Miroslav Vitous (contrabbasso) e Gerald Cleaver (batteria). “New Music For Trio”, a sottolineare già nel titolo come questa musica tenda a creare soluzioni inedite per un tipo di formazione ormai tradizionale in area jazzistica. La parola chiave di questa produzione è proprio creazione, il cui artista/artifex, creatore appunto, è proprio il pianista umbro. Gli spazi esplorati sono svariati e lo intuiamo sin dall’apertura introspettiva e intimista di una “Bye Bye Blackbird” affrontata in piano solo, voce singola eppure potente, densa di sfumature espressive, di contrasti efficaci, di coloriture delicate, di note che non si limitano a suggerire, ma si rivelano solidi elementi nella costruzione di un discorso musicale di senso compiuto.

Quasi irriconoscibile il clima di “Anabasys”, brano in cui la riflessione lascia il posto all’azione, in un ambiente ritmicamente poliedrico in cui per progressive aggiunte le distinte voci del trio subiscono la miracolosa metamorfosi di un suono globale e univoco, senza smagliature, in una sorta di rito collettivo, empatico. Stesso evento che caratterizza “B-Loose”, in cui l’impressione è quella di un respiro comune, di un occhio unico sulla materia, quel feeling che sa rendere reale l’idea di improvvisazione.

Il buon pianismo di Ramberto Ciammarughi si evidenzia ancora nella splendida ballad “Johannes B”, in cui percepiamo nitidamente il tocco sapiente e l’accorta costruzione delle melodie, la cui semplicità le lascia insediare e risiedere stabilmente nella nostra memoria con naturalezza. In sintesi un lavoro all’insegna della libertà assoluta che tiene alta la soglia dell’attenzione senza mai ripetersi, senza indulgere a stereotipi consumati, piuttosto un saggio di esperienza e creatività prolifiche.

Tracklist: 1. Bye Bye Blackbird/ 2. Anabasys/ 3. Johannes B./ 4. B-Loose/ 5. Come sempre/ 6. Impro Trio/ 7. In D/ 8. W On W

Potete ascoltare il cd in anteprima sul sito di CamJazz.

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO