Home Intermedio Quando c’eri tu – Spartito per pianoforte (brano d’effetto)

Quando c’eri tu – Spartito per pianoforte (brano d’effetto)

6
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI

Nel repertorio pianistico ci sono alcuni pezzi che a mio parere possono essere considerati semplici e altri difficili. Riguardo alle difficoltà secondo me possiamo distinguere i brani in diverse tipologie:

  • quelli difficili tecnicamente;
  • quelli di difficile lettura;
  • quelli di difficile interpretazione;
  • quelli apparentemente difficili.

Del gruppo “difficili tecnicamente” fa parte per esempio lo studio op.10 no.2 di Chopin. Uno studio in cui la mano destra si muove in modo cromatico con le dita esterne mentre quelle interne creano delle armonie.

Nel gruppo “difficili da leggere” possiamo mettere tutti quei brani che sono ostici da leggere e memorizzare ma che tecnicamente non richiedono grandi sforzi. Un esempio è lo studio di Rahmaninoff Op.33 n.6.

Al gruppo “di difficile interpretazione” appartengono tutti quei brani che non obbligatoriamente richiedono un elevato grado di virtuosismo, ma che invece possiedono intrinsecamente una difficoltà di tipo interpretativo. Per esempio lo studio Op.10 no.6 di Chopin è considerato uno dei più semplici perché è lento. Dal punto di vista interpretativo è in assoluto uno dei più complicati.

Infine, nel gruppo “apparentemente difficili” possiamo includere tutti quei brani che fanno molta scena ma che poi in sostanza non hanno grandi difficoltà. È il caso di quei brani che contengono molte ottave da suonare con tanto pedale, oppure grandi accordi con entrambe le mani. L’effetto è grandioso, ma non è detto che il pianista stia faticando nel suonare quel pezzo. Come esempi cito “La grande porta di Kiev” di Mussorgsky oppure “La cattedrale sommersa” di Debussy. Un pianista ha sempre nel proprio repertorio brani di questo tipo che può utilizzare anche nei bis come grande finale.

Fra i brani semplici ci sono quelli che io chiamo “brani d’atmosfera”. Un brano semplice può essere in grado di suscitare emozioni e creare nella mente dell’ascoltatore particolari suggestioni.

Voglio proporti oggi un brano semplice che ho scritto e che si intitola “Quando c’eri tu”. Se vogliamo, questo pezzo può essere difficile da leggere per via di diversi accordi non proprio comuni nel mondo della classica, tuttavia un pianista con una buona lettura è in grado di eseguirlo a prima vista. Lo stile del pezzo è più tendente al jazz con accordi di nona e undicesima frequenti. La lunghezza ridotta del pezzo fa sì che questo sia di facile studio e ascolto.  Qui di seguito l’esecuzione:

Scarica lo spartito

download

Pianosolo consiglia

6 COMMENTI

  1. Christian, purtroppo è da ieri che provo a scaricare il brano dalla freccetta da te indicata, ma il download non parte.
    Eppure ieri ho anche acquistato dal sito il tuo “Prontuario di accordi”, in video e pdf, ed il download è andato tutto a buon fine; non riesco quindi a capire …,
    Ti chiedo un’ultima cortesia; se mi puoi allegare la traccia audio al seguente indirizzo e-mail:
    zenoni.r@gmail.com

    Scusami per il tempo che ti rubo!
    Un caro saluto
    Remo Zenoni

  2. Grazie Christian per la tempestiva risposta.
    Mi sono espresso male; lo spartito l’ho scaricato e stampato regolarmente, senza alcun problema.
    Quello che vorrei salvare sul mio Mac, è la tua esecuzione, ovvero il file Mp3, così da poter riascoltare a mio piacimento, anche sui miei Device.
    A meno che il brano non sia comprensibilmente coperto da Copyright.
    Un cordiale saluto

    • Figurati. Per scaricare la traccia audio è necessario andare sul box in cui si riproduce il brano (il rettangolo scuro) e in alto a destra, sopra la scritta “BOX” c’è una freccetta che punta verso il basso. Quello è il simbolo del download. Fammi sapere se ci sei riuscito 🙂 .

  3. Ciao Christian. Non riesco a scaricare “Quando c’eri tu”, per il quale mi complimento con te. E’ davvero molto bello e distensivo. Ho provato con browser diversi, ma niente! mi puoi dire come fare per ottenerlo? Oltre che suonarlo, mi piacerebbe ascoltarlo anche dal mio iPhone … se possibile. Grazie, e complimenti di nuovo!

    • Ciao Remo,

      grazie mille! Puoi dirmi in cosa consiste il problema? Cliccando sull’icona della cartellina dovresti essere reindirizzato direttamente al download dello spartito in pdf. Fammi sapere e grazie di nuovo!

LASCIA UN COMMENTO