Pozzoli – 24 studi di facile meccanismo

POzzoli2
  • 7 giugno, 2010
  • 8
  • VN:F [1.9.22_1171]

POZZOLI: 24 studi di facile meccanismo

 

Utilità: 5/5

 

Difficoltà: 3,5/5

 

Voto: 4/5




Non lasciatevi trarre in inganno dal titolo “studi di facile meccanismo ” , perché gli studi all’interno di questo libro sono tutt’altro che facili!
Questi studi “facili” sono di preparazione al volume degli “studi di media difficoltà”. Secondo me, questi aggettivi sono stati sottovalutati (oppure Pozzoli era talmente bravo che uno spartito difficile per noi equivale ad uno facile per lui), gli studi “facili” in realtà sono di media difficoltà, e quelli “medi” sono difficili!
Quest’ opera contiene 24 studi non progressivi perciò potete iniziare con quello che più vi piace (e questo è un grande vantaggio).

Ogni studio contiene difficoltà tecniche precise e mira a sviluppare alcuni punti (per es. l’esercizio 1 mira allo sviuppo della rapidità delle dita, l’esercizio 2 mira allo sviluppo del coordiamento tramite la nota tenuta, l’esercizio 3 sviluppa la musicalità ecc…).
Questi esercizi sono importantissimi perché fanno capire davvero che cos’è uno “studio”.
Per “studio” non si intende certamente quegli esercizi che si suonano a prima vista dove la sinistra accompagna con accordi di tonica e dominante che si alternano e la destra suona tutti sedicesimi o ottavi. Questi sono studi dove le 2 mani interagiscono fra di loro, dove gli esercizi hanno uno scopo ben preciso e che ai fini di una buona esecuzione richiedono un particolare studio giorno per giorno.

Ogni giorno bisogna sviluppare questi esercizi. Siccome gli esercizi non durano più di 2 pagine, per ciascuno di questi si può utilizzare questa procedura di studio ripartita su di una settimana:

Giorno 1: Studio della mano destra senza dinamica.
Giorno 2: Studio della mano sinistra senza dinamica.
Giorno 3: Studio della mano destra con dinamica.
Giorno 4: Studio della mano sinistra con dinamica.
Giorno 5: Unione delle mani suonando lentamente senza dinamica ma tenendo bene d’occhio il fraseggio.
Giorno 6: Velocizzare lo studio a mani unite e sistemazione delle battute insicure.
Giorno 7: Ripulizia del pezzo e esecuzione dello studio.

N.B. Dopo uno studio così faticoso a chiunque verrebbe in mente, per soddisfazione personale, di continuare a suonare il pezzo ripetutamete una volta che si è sicuri di saperlo suonare bene. Ma questa procedura è sbagliata perché ciò potrebbe generare  cattive abitudini.

Riservate la suonata del pezzo all’ottavo giorno (è dura ma, ce la potete fare! :) :) ).

Pozzoli - 24 studi di facile meccanismo, 5.0 out of 5 based on 254 ratings

Articoli che potrebbero interessarti:

8 Commenti per “Pozzoli – 24 studi di facile meccanismo”

  1. lo si trova anche su internet :)

  2. Cosa ne pensi del Pozzoli: Studi a moto rapido?

  3. non riesco a trovare il pdf di questo libro sul web e non funziona nemmeno il link che veniva riportato quà su pianosolo :-(

  4. Ciao!
    Perche’ e’ una cattiva abitudine suonare il pezzo ripetutamente una volta che si e’ imparato a suonarlo bene?
    Grazie per questo meraviglioso e super utile sito!
    Francesca

    • Christian Salerno

      Ciao Francesca!! Grazie di cuore! :) Perché suonandolo allo sfinimento come “ricompensa” non fa altro che andare a creare delle cattive abitudini che abbiamo faticato di non acquisire in fase di studio.Bisogna sempre moderare l’entusiasmo e andare sempre ogni tanto a “vivisezionare” il brano in tutte le sue parti! ;)

      • Buone feste e felice anno nuovo, Christian. La musica mi prende l’anima e la porta laddove noi esseri umani siamo meno orgogliosi, arroganti, presuntuosi e pesanti. La musica mi fa vedere il modo da una prospettiva diversa, lontana ma paradossalmente piu’ intima, piu’ interiore. Il semplice suono del pianoforte, nella sua potenza, mi fa risuonare in un modo che tu puoi capire, sicuramente, E mi fa sopportare i limiti della nostra finitezza. Voglio ringraziarti per l’aiuto che ci dai con questo sito, a me e a molti altri. Che l’arte e la bellezza ci accompagnino sempre, questo e’ il mio augurio per te e per chi ti segue e apprezza.
        francesca

E tu cosa ne pensi? Lasciaci il tuo commento

Loading Facebook Comments ...