Home Articoli Piano City Milano. “Making un pianoforte a coda. Workshop Showroom Fazioli”.

Piano City Milano. “Making un pianoforte a coda. Workshop Showroom Fazioli”.

8
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Piano City Milano. “Making un pianoforte a coda. Workshop Showroom Fazioli”., 5.0 out of 5 based on 283 ratings

Piano City Milano: “Making un pianoforte a coda. Workshop Showroom Fazioli”.

Questa mattina presso lo Showroom Fazioli di Milano un’altra interessante iniziativa per Piano City: un workshop sulla storia, sulla meccanica del pianoforte e un focus su uno dei marchi più prestigiosi di questo settore a livello internazionale, ma orgoglio dell’Italia: Fazioli.

Dal clavicembalo al pianoforte, dentro un meraviglioso meccanismo per comprenderne il complesso e dedicato funzionamento.

Abbiamo scoperto che Fazioli produce il pianoforte più lungo al mondo con i suoi 3,08 metri di lunghezza. La cura nella scelta dei materiali (abete rosso della Val di Fiemme, il miglior legno per la risonanza, telaio di ghisa) e la ricerca costante nell’ambito dell’evoluzione della meccanica corrispondono alla ricerca di una qualità unica. Non a caso dal 1981 ad oggi sono stati prodotti 2041 pianoforti. Il primo, risalente appunto al 1981, era un 183. Oggi si producono circa 120 pianoforti all’anno.

Il risultato di questa ricerca è un suono pulito, nitido, cristallino, una voce italiana.

Pianosolo consiglia

8 COMMENTI

  1. …………………….della serie “COME PREVEDEVO”……ennesimo appello caduto a vuoto,in italia la trasmissione di competenze e quindi di umiltà è del tutto da venire ancora,meno male che ci sono i tedeschi ed i francesi così pure gli americani che NON sono gelosi del loro sapere e che quindi attraverso Y.T. fanno dei fantastici video sulla riparazione e messa apunto delle varie meccaniche per pf.
    GRAZIE ANCORA ITALIANI!!!!!!
    saluti
    saverio

    • Saverio veramente ci stiamo lavorando e quindi presto vedrete i risultati del nostro lavoro. Inutile dirti che saranno video girati in Italia con tecnici accordatori e riparatori italiani.

      Ci tengo a precisare che Fazioli organizza workshop e incontri nelle sue sedi.In quelle occasioni possiamo fare domande e apprendere un po’ di più sullo strumento che amiamo, compiendo un’operazione di condivisione e diffusione delle conoscenze veramente lodevole.

      Vorrei che abbandonassimo questa forzata esterofilia. In tutte le cose. Non solo noi Italiani non siamo da meno in nulla, ma anzi siamo sede di eccellenze in tutti i campi, laddove raggiungiamo un livello qualitativo che pochi altri al mondo sanno eguagliare.

      Hai visto il nostro video sulla meccanica del pianoforte? Lo trovi su You Tube.

  2. Ringrazio Valentina della ditta FAZIOLI di cui io ne sono un grande estimatore,Y.T. è una grande risorsa per veicolare cultura musicale e tecnologia pianistica..io sono uno appassionato di organologia pianistica e sono sempre alla ricerca di tecnici che con il loro contributo ci aiutano a capire come “funziona” il delicato meccanismo della trasmissione del moto dal tasto alla corda e tutti gli altri apparati come la pedaliera …ecc ecc..e mi piacerebbe che i vostri VALIDI tecnici mettessero la loro esperienza facendo dei video-tutorial sulla meccanica del pianoforte e messa appunto nonchè accordatura ed intonazione dei martelli,nessuno vuole “rubare” il mestiere..NON si deve essere gelosi del proprio sapere,ma anzi facendosi bensì, conoscere ed valorizzare una NOBILE ARTE chè quella della costruzione del pf.
    COMPLIMENTI quindi alla FAZIOLI di SACILE!!

    • Gentile Saverio e Daniele,

      vi rispondo a nome della Fazioli Pianoforti. Lavoro, infatti, presso lo Showroom di Milano dove si è svolto il workshop di cui sopra.
      Presso il nostro spazio abbiamo ospitato alunni e insegnati sia di scuole di musica, sia di istituti medi inferiori ad indirizzo musicale, proprio per avvicinare i ragazzi allo strumento e per rendere loro noto l’esistenza di un costruttore di eccellenze artigianali quali è Fazioli.
      I nostri “Incontri con le scuole” hanno avuto finora un ottimo riscontro e continueremo ad organizzarli proprio perché crediamo che i ragazzi, soprattutto coloro che intraprendono degli studi musicali, vadano stimolati con attività di questo tipo.

      Se per caso foste degli insegnanti interessati ad aderire ai nostri incontri, contattatemi a milano@fazioli.com
      Cordialmente.
      Valentina Casasola
      FAZIOLI SHOWROOM MILANO

      • Grazie per lo splendido ed utilissimo lavoro che portate avanti.
        La nostra presenza al workshop è stata un momento di crescita e di arricchimento. Speriamo di poter tornare presto.
        Grazie ancora.

  3. Questi nostri prestigiosi costruttori di pianoforte,secondo il mio modestissimo parere,dovrebbero uscire dalla loro “torre di cristallo” e farsi conoscere attaverso le scuole pubbliche sopratutto quelle medie dove si “insegna” ahimè poco e male la musica.
    Solo così possono scatenare nei ragazzi la fiamma della curiosità..che cosa c’è nel grembo del pianoforte attraverso modelli didattici della meccanica e quant’altro..sono sicuro che tra 1000 giovani una buona percentuale vorrebbe intraprendere lo studio del pianoforte e anche quello del tecnico riparatore di pf..solo in questo modo attraverso l’incontro delle due parti,la casa costruttrice ed il mondo scolastico ci si rende conto della eccellenza italiana nel pianoforte.
    Saluti
    saverio

    • caro saverio…hai proprio ragione certe cose dovrebbero essere insegnate a scuola ma purtroppo nella pubblica istruzione c’è stato ed è ancora in corso una deforestazione culturale pianificate e programmata….quindi la probabilità che la musica possa entrare nelle scuole come materia didattica è molto scarna. Molte realtà musicali anche meno blasonate del pianoforte vorrebbero entrare nella scuola ad esempio la base della musica cioè il coro …ma le insegnanti non sono in grado di insegnare quello che non sanno e alle istituzioni va proprio bene così…..quindi non è colpa dei costruttori che dovrebbero uscire dalla loro torre di cristallo ma delle istituzioni che dovrebbero farli entrare. Comunque io sono dalla tua parte!!!

LASCIA UN COMMENTO