Home Articoli Pascal Schumacher Quartet, Bang My Can (2011, Enja Records, distr. Egea distribution)

Pascal Schumacher Quartet, Bang My Can (2011, Enja Records, distr. Egea distribution)

3
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Pascal Schumacher Quartet, Bang My Can (2011, Enja Records, distr. Egea distribution), 5.0 out of 5 based on 284 ratings

Pascal Schumacher Quartet, Bang My Can (2011, Enja Records, distr. Egea distribution)

 Luogo di nascita: Lussemburgo. Strumento: vibrafono. Pascal Schumacher dà vita al suo quinto  lavoro discografico, questo “Bang My Can”, affiancato dagli altri elementi del suo quartetto: Jens  Düppe alla batteria, Franz von Chossy al pianoforte e Oliver Lutz al contrabbasso. Innovazione e  ricerca sono le parole chiave per definire questo lavoro in studio. Il vibrafono, voce musicale difficile e  apparentemente poco duttile, viene qui trattato come strumento di esplorazione di un universo sonoro che  possiede, in tutti gli undici pezzi di “Bang My Can”, la impagabile prerogativa dell’originalità. Pascal  Schumacher compie un’operazione di sintesi di molta della musica che lo ha preceduto, non solo jazz, ma anche musica classica, rock, atmosfere pop anni Ottanta. Questo patrimonio è punto di  partenza per una ricerca che si muove nell’ambito del suono, ma anche del ritmo. Ascoltando brani  come “Seven Fountains” non possiamo non pensare a certe atmosfere magiche dell’E.S.T., grazie al  contributo notevole del pianista Franz Von Chossy, e non possiamo fare a meno di sentire un certo  lirismo legato a Satie nell’essenzialità melodica di “Taubenturm” , ma sono solo suggestioni, riscritture  personali di una storia musicale interiorizzata e restituita con un linguaggio assolutamente non  conforme alla tradizione, classica o jazzistica che sia. Ipnotismo, sensualità, una visione quasi onirica della realtà, il senso di un procedere nel solco della modernità e una raffinatezza spontanea, una ricercatezza non artificiosa sono le componenti di un disco assolutamente da ascoltare per andare un po’ oltre il presente.

Tracklist: 1. Inspector ; 2. Water like stone; 3. Elmarno; 4. Seven Fountains; 5. Bang my can; 6. A fisherman’s tale; 7. Metamorphosis; 8. 30 little jelly beans; 9. Taubenturm; 10. No dance on volcano ashes; 11. Ghosttrackmusic

<embed src="http://vimeo.com/moogaloop.swf?clip_id=22580307" type="application/x-shockwave-flash" width="400" height="300"></embed>

Pascal Schumacher Quartet : Bang My Can / Making of… from Michel Welfringer on Vimeo.

Pianosolo consiglia

3 COMMENTI

  1. Bello ed interessante…però attenzione, che per vedere il video io ho dovuto andare su vimeo (premendo la scritta alla destra) e poi da dentro vimeo premere play..perché altrimenti non mi faceva vedere nulla (io uso firefox su windows 7).

LASCIA UN COMMENTO