Home Articoli Nazareno Aversa

Nazareno Aversa

1
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Nazareno Aversa, 5.0 out of 5 based on 283 ratings

Lo avevamo promesso in questo articolo e finalmente eccoci qua con un giovane promettente. Si chiama Nazareno Aversa ( 29 anni) , diplomato brillantemente al conservatorio “Luca Marenzio” di Brescia, sotto la guida Del M° Ruggero Ruocco. Si è perfezionato con il M° Sergio Marengoni, presso la fondazione “Romanini”.

Ha partecipato a numerosi concorsi pianistici tra cui il concorso INTERNAZIONALE “Gino Gandolfi” di Parma, 1999, conquistando il PRIMO PREMIO ASSOLUTO.

Di talento ne ha da vendere, a quanto pare, dato cha perfino collaborato con MEDIASET e svolge attività didattica da circa 8 anni.

Ma in tutti questi anni non ha abbandondato l’improvvisazione e la composizione, grazie ai quali nascono due album, uno di pezzi inediti e uno di trascrizioni di cover e colonne sonore famose: “A new day” e “Piano cover”.

Ascoltiamo due esempi tratti dai due cd:


Cover di un classico pezzo pop, Apologize di One Republic feat. Timbaland, suonato con classe e stile.

Ed ora un pezzo da lui composto, New Day:

L’impressione è quella di un già sentito, sembra che Allevi, con la sua “come sei veramente” l’abbia decisamente influenzato.
Nazareno infatti definisce la sua musica molto simile a quella dei due pianisti piu’ in voga del momento, Allevi e Yiruma. Se vi piace il genere, rimarrete sicuramente affascinati da questi due lavori, che potrete ascoltare (in anteprima) e comprare a questo indirizzo: http://itunes.apple.com/it/album/a-new-day/id345353795

Buon ascolto.

Pianosolo consiglia

CONDIVIDI
Articolo precedenteEsercizio di piano sui Mordenti
Articolo successivoMelodia semplice per pianoforte
Marketing manager e Webmaster di Pianosolo.it, mi occupo delle relazioni con gli investitori, della pianificazione di strategie di comunicazione e marketing, dello sviluppo e gestione del sito Web. Per qualsiasi informazione visita la pagina dei <a href="http://www.pianosolo.it/chi-siamo/">contatti</a>

1 commento

LASCIA UN COMMENTO