Home Premium Gold Metodo di studio produttivo – 5. Memorizzazione preparazione per esecuzione pubblica

Metodo di studio produttivo – 5. Memorizzazione preparazione per esecuzione pubblica

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
metodo pianoforte

concertoUn grande pianista diceva: “un brano non è finito finché non viene imparato a memoria”. Infatti lo studio del brano a memoria permette di eseguirlo in modo superiore rispetto all’esecuzione con lo spartito. Guardare lo spartito significa continuare a “saltare” con lo sguardo dalla tastiera allo spartito, potendo così perdere il segno, andare nel panico, sporcare passaggi anche semplici e avere difficoltà nei salti. Se ci fai caso, la maggior parte dei pianisti suona a memoria. Non lo fa per fare sfoggio della propria memoria, ma lo fa per avere maggiore sicurezza. Ovviamente anche suonare a memoria ha i suoi aspetti negativi, ad esempio essere soggetti a vuoti di memoria, ma uno studio solido eviterà che questo accada.

Per memorizzare è importante partire con l’intenzione di voler memorizzare. Conosco pianisti, anche diplomati in pianoforte, che non hanno mai provato a memorizzare un pezzo e che quindi non hanno un repertorio a memoria. Memorizzare ti permette anche di avere con te sempre qualcosa da suonare pur non avendo dietro gli spartiti. Se vuoi entrare in qualche negozio di pianoforte puoi provare dei pezzi. Se ti ritrovi a dover suonare in occasioni inaspettate hai comunque un tot di minuti oppure ore da ricoprire.

Per continuare la lettura...

Questo contenuto è riservato agli utenti premium gold, coloro che hanno sottoscritto un abbonamento ai contenuti esclusivi di Pianosolo.it. Se sei già un utente premium gold accedi qui altrimenti registrati.

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO