Home Premium Gold Metodo di studio produttivo – 1. Introduzione e tempo a disposizione

Metodo di studio produttivo – 1. Introduzione e tempo a disposizione

1
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
metodo pianoforte

Studiare pianoforte richiede molto tempo. È un’attività che non può essere presa alla leggera e a differenza di molte altre – come il nuoto in cui si impara solo quando si va a lezione – lo studio del pianoforte lo si apprende e lo si porta avanti con costanza durante tutta la settimana di studio tra una lezione e quella successiva.

È possibile ottenere progressi anche con poco tempo a disposizione, l’importante è avere costanza. Quasi sempre ci si ritrova a dover portare avanti più pezzi contemporaneamente (esercizi per la tecnica, studi, brani musicali), questo per poter assimilare tutto con tranquillità. In questo caso, se si ha poco tempo a disposizione, la parola chiave è procedere con calma. Non è necessario provare tutti i brani in una sola seduta, meglio farne uno solo, ma come si deve.

Per migliorare la produttività della tua seduta di studio è consigliabile suddividerla in frazioni di 30 minuti, proprio come faceva il celebre Ferruccio Busoni. Prima di metterti al pianoforte e iniziare subito a posare le mani sulla tastiera, è una buona abitudine quella di dare un’occhiata allo spartito anche lontano dal pianoforte.

Per continuare la lettura...

Questo contenuto è riservato agli utenti premium gold, coloro che hanno sottoscritto un abbonamento ai contenuti esclusivi di Pianosolo.it. Se sei già un utente premium gold accedi qui altrimenti registrati.

Pianosolo consiglia

1 commento

  1. BUONGIORNO! HO SCARICATO LA NINNA NANNA DI BRHAMS ADATTATO ALLLA MNIO DESTRA E UN AMICO IL QUALE PIANCE CANTARE, MI HA DETTO SE CI SONO LE PAROLE DEL BRANO. SEMPRE SE CI SO O ALTRIMENTI, INVENTIAMO…

    CONTINUA…COSI’ CHE VAI…FORTE!

    Ps. Senza farlo apposta, io e il mio maestro, abbiamo l’iscrizione alla stesso tuo sito.

    GRAZIE!

LASCIA UN COMMENTO