Home Articoli Lucian Ban/Mat Maneri, Transylvanian Concert (2013 ECM)

Lucian Ban/Mat Maneri, Transylvanian Concert (2013 ECM)

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Lucian Ban/Mat Maneri, Transylvanian Concert (2013 ECM), 5.0 out of 5 based on 213 ratings

Lucian Ban/Mat Maneri, Transylvanian Concert (2013 ECM)

2313 X

Notturno, mistico e intenso questo lavoro discografico targato ECM, testimonianza sonora di una intera performance al Culture Palace di Targu Mures nel cuore della Transylvania. Al centro ci sono il pianoforte del rumeno Lucian Ban e la viola del violinista-violista americano Mat Maneri, l’intersezione di due voci strumentali distanti eppure perfettamente compenetrate in questa prova d’autore. Differenti voci e differenti generi, a partire dal blues della track iniziale di “Not That Kind of Blues” il cui canto principale è inaspettatamente affidato alla viola, con un fraseggio quasi da strumento a fiato, mentre il pianoforte tesse una solida struttura armonica, per poi passarsi il testimone in un crescendo ininterrotto.

Non solo blues, ma anche improvvisazioni o musiche tradizionali come lo spiritual “Nobody Knows The Troubles I’ve Seen”, riarrangiato per l’occasione da Mat Maneri in cui è evidente uno spiccato elemento di religiosità che il violista evidenzia in questa lunga performance virtuosistica in solitaria.

Armonie notturne su idee melodiche cantabili in cui il silenzio fa da controcanto naturale, perfettamente dosato, splendidamente eloquente. Un’esperienza in cui la tradizione classica della musica da camera si lega in maniera naturale alla matrice jazzistica, come in “Retina”, dove Ban e Maneri si concedono ampi spazi, intervalli di un tempo dilatato dove c’è la calma del discorrere in maniera piana e rispettosa.

Ma c’è anche il suono dell’Europa dell’Est, in “Monastery”. L’album si chiude con “Two Hymns”, fra i momenti più delicati e lirici dell’intero lavoro discografico, ove entrambe le voci si fanno purezza e delicata malinconia, sciogliendo le astrazioni e i parossistici e convulsi movimenti della ricerca musicale e rendendoci una sorta di miracoloso equilibrio, la quiete, il mistero della musica tutta.

Potete ascoltare una traccia di “Transylvanian Concert” sul sito di ECM.

Tracklist: Not That Kind of Blues; Harlem Bliss; Monastery; Retina; Nobody Knows the Trouble I’ve Seen; Darn; Two Hymns.

 

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO