Home Premium Gold Let Her Go – Tutorial per Pianoforte

Let Her Go – Tutorial per Pianoforte

6
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Let Her Go - Tutorial per Pianoforte, 4.0 out of 5 based on 1 rating

Let her go è una canzone che ha riscosso tantissimo successo sia nei Paesi Europei che in Italia. Scritta e interpretata dal cantautore britannico Mike Rosenberg aka Passenger, il singolo è stato proclamato da iTunes UK il miglior album del 2012.

L’emozionante singolo è riuscito a conquistare la vetta delle classifiche dei singoli più venduti in tutto il mondo. Insomma un grande successo che ha apportato al cantautore britannico tantissime soddisfazioni, ma che ha dovuto lavorare sodo per arrivare dove è arrivato: da artista di strada alla conquista delle classifiche mondiali.

Let her go è stata pubblicata il 5 novembre del 2012 come secondo singolo estratto dal suo album di debutto All the little lights. Nei primi mesi del 2013 la canzone ha riscosso successo sia in Europa che in Oceania, raggiungendo in un batter d’occhio la posizione numero uno in tantissimi Paesi, quali: Australia, Germania, Finlandia, Danimarca, Austria, Paesi Bassi, Svezia, Norvegia, Nuova Zelanda e Svizzera.

La canzone si avvale anche della collaborazione di alcuni musicisti appartenenti ad una band australiana. Il testo parla di un individuo che non è in grado di apprezzare tutto quello che ha, quando in realtà ha tutto ciò di cui ha bisogno.

Soltanto dopo aver perso le cose, comprende il reale valore: ciò accade anche con la donna di cui è innamorato. Soltanto dopo averla lasciata andare si accorge della donna speciale che aveva accanto. Ma ciò nonostante la lascia ugualmente andare via.

Il cantautore Mike Rosenberg aka Passenger ha una grande voce che si sposa perfettamente ai suoi testi nonché al suo folk contemporaneo. Il video una volta pubblicato su Youtube ha ricevuto in meno di 24 ore oltre 10 milioni di visualizzazioni.

Qui di seguito il video tutorial con la spiegazione del brano:

Per continuare la lettura...

Questo contenuto è riservato agli utenti premium gold, coloro che hanno sottoscritto un abbonamento ai contenuti esclusivi di Pianosolo.it. Se sei già un utente premium gold accedi qui altrimenti registrati.


 

 

 

 

Pianosolo consiglia

CONDIVIDI
Articolo precedenteCon la musica nel sangue!
Articolo successivoAl via Amiata Piano Festival 2015!
Sono un pianista a tempo pieno. Adoro condividere le mie esperienze musicali condividendole sul web con articoli e video. Attualmente seguo il corso di laurea all'istituto G.Puccini di Gallarate e insegno pianoforte a coloro che intendono cominciare quest'avventura.

6 COMMENTI

  1. Salve, sono Alberto pianista, compositore, arrangiatore. Purtroppo devo considerare la maggior parte di questi arrangiamenti insufficienti, non appropiati e consoni al genere musicale. Non è sufficiente essere diplomati in pianoforte o in altro strumento se non si è avuta ampia esperienza nel “campo “di generi musicali differenti dal “classico “. Per il genere musicale ” moderno “, è sicuramente migliore chi padroneggia con disinvoltura il jazz.
    Fatti consigliare ed aiutare da qualche musicista più esperto! L’umiltà nel riconoscere i propi limiti porta a crescere sia come “uomo” che come musicista!
    Con professionalità, Alberto Morando.

    • Ciao Alberto,

      innanzi tutto ti ringrazio per il tuo commento. Mi fa piacere che hai visto questo video e altri. Non mi ritengo un esperto di musica moderna e non è il mio obiettivo esserlo. Volevo però precisare che queste esecuzioni che hai visto sono in allegato a dei video tutorial per principianti. Essendo i tutorial di livello basico, l’esecuzione e quindi l’arrangiamento è impostato in modo basico. Non possiamo mostrare agli utenti come si accompagna nel tutorial in modo basico e poi nell’esecuzione mostrare tutt’altro, altrimenti si avrebbe l’effetto della trasmissione televisiva Art Attack (non so se l’hai mai vista), dove il conduttore mostra come creare disegni in modo elementare e poi il risultato finale era estremamente professionale e non raggiungibile da nessun principiante. Eheh

      Spero che tu (mi permetto di darti del “tu” per semplicità) abbia inteso la finalità di queste esecuzioni. Un abbraccio e per qualsiasi cosa, sai dove trovarmi 🙂

      Christian

    • Mah: se uno nn si rende conto delle finalita’ di questi strumenti… un pochino come “uomo” anche lui deve ancora crescere, forse 😉

LASCIA UN COMMENTO