Home Premium Gold Le Onde, Tutorial per Pianoforte (Ludovico Einaudi)

Le Onde, Tutorial per Pianoforte (Ludovico Einaudi)

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Le Onde, Tutorial per Pianoforte (Ludovico Einaudi), 5.0 out of 5 based on 1 rating

Fra i brani di pianoforte moderno più conosciuti “Le onde” occupa senz’altro una posizione di rilievo. Il brano è inserito all’interno dell’omonimo album “Le onde” pubblicato nel 1996 dalla BMG Ricordi.

Lo stile compositivo è quello per il quale Ludovico Einaudi si è affermato presso il grande pubblico, ovvero uno stile minimalista, con pochi accordi e poche note che regalano all’ascoltatore un piacevole ascolto.

La musica di Einaudi è così leggera, soave ed evocativa che spesso, oltre alla sua godibilità a livello di fruizione, trova anche destinazioni diverse, ad esempio diversi gruppi di meditazione utilizzano la sua musica per favorire il raggiungimento dei propri obiettivi.

Pianisticamente parlando il brano non presenta molte difficoltà. È in tonalità di Si minore, il che comporta due alterazioni in chiave (Fa# e Do#). La caratteristica di questo brano è quella di avere un canto nascosto nella mano destra. Quest’ultima infatti esegue una successione di crome che apparentemente risultano senza un filo conduttore. In realtà il collegamento è presente nella linea superiore della mano destra. Bisognerà perciò avere cura di far risaltare le note “esterne”, lasciando in penombra quelle interne.

image002

Anche lo stesso Einaudi, a livello interpretativo, sottolinea sullo spartito l’evidenza che deve avere la linea melodica (marcando la melodia). Come possiamo capire che le note evidenziate da me in giallo nella figura sono quelle da mettere in evidenza? Perché se guardi bene, sono note che hanno due gambette. Una rivolta verso il basso, che ha funzione di croma, l’altra rivolta verso l’alto, che ha funzione di semiminima. Ciò significa che le note superiori evidenziate dovrebbero durare per un quarto intero, e non un ottavo (come verrebbe spontaneo). Far durare queste note superiori per un quarto consente di ottenere un maggior legato.

Videotutorial

Il videoturial del brano è riservato ai membri dell’area premium. Se non desideri accedere all’intera area Premium Gold allora forse ti interessa il pacchetto di Videotutorial su Einaudi.

Per continuare la lettura...

Questo contenuto è riservato agli utenti premium gold, coloro che hanno sottoscritto un abbonamento ai contenuti esclusivi di Pianosolo.it. Se sei già un utente premium gold accedi qui altrimenti registrati.


Pianosolo consiglia

CONDIVIDI
Articolo precedenteIntervista ad Alberto Ferro
Articolo successivoVinci i biglietti per Piano Experience!
Sono un pianista a tempo pieno. Adoro condividere le mie esperienze musicali condividendole sul web con articoli e video. Attualmente seguo il corso di laurea all'istituto G.Puccini di Gallarate e insegno pianoforte a coloro che intendono cominciare quest'avventura.

LASCIA UN COMMENTO