Home Teoria Armonia Il Modo Maggiore E Il Modo Minore

Il Modo Maggiore E Il Modo Minore

11
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Il Modo Maggiore E Il Modo Minore, 5.0 out of 5 based on 282 ratings

Immagino che avrai sentito spesso parlare di maggiore e minore. Magari non ci avrai fatto caso ma, se bazzichi un po’ per i forum di musica o per questo Blog, sicuramente avrai trovato questi due termini. Per esempio quando parliamo di un brano che è in Do maggiore, piuttosto che in Mib minore. Che cosa stanno a signicifare questo “maggiore” e “minore” posti dopo alle note?

Partiamo col dire che questi due termini, vengono posti sostanzialmente per definire: tonalità di un brano, modo di un accordo e modo di una scala musicale (ovviamente lo stesso discorso vale anche per gli arpeggi, scale di terze ecc..).

Sia che si tratta di un brano, che di una scala, che di un accordo, la loro definizione non cambia mai. Infatti il maggiore, sta sempre a significare una sensazione di allegria, mentre il minore sta sempre a significare una sensazione di tristezza. Quindi quando parliamo di modo (di una scala, di un accordo ecc..) parliamo di sensazioni. La musica è fata di sensazioni, ed è incredibile sapere di poter contare su questi due modi per esprimere i nostri due principali stati d’animo: felicità e tristezza.

Qui di seguito puoi trovare un video che spiega, attraverso degli esempi, il modo maggiore e quello minore. Se hai ulteriori dubbi, scrivimi sotto! 🙂

Pianosolo consiglia

11 COMMENTI

  1. grande Christian sono davvero felice di constatare che la tua preparazione musicale è ottima ma sono ancora più felice per me perchè seguo il tuo sito, appassionatamente credimi.

    Le critiche superficiali sono inutili perdite di tempo, specie per chi non ne ha più molto……
    ancora complimenti e continua così.

    a presto, ciao!!!
    roberto s.

  2. Grazie Christian ! Sono anch’io un appassionato che ha seguito or ora la tua differenzazione tra maggiore e minore, fino ad oggi ho sempre pasticciato con la tastiera di una fisarmonica e di una Yamaha solo ed esclusivamente ad orecchio, sia in casa che fuori, però adesso volevo mettermi un pò a posto con i documenti, anche se ho già superato l’eta’( dice una massima ; che non è mai troppo tardi ) Adesso ti ringrazio e Ti seguirò ancora domani per un’altra bega,

  3. peccato non poter seguire le tue lezioni dal vivo ! questo sito comunque è utilissimo e tu rendi molto facile la comprensione di tutti gli argomenti, anche dei meno semplici. bravissimo 🙂

  4. io sono una “vecchia” ( 48 anni) che studiò da 10 a 15 anni pianoforte e che adesso dopo aver fatto la mamma cerco, un po’ a fatica, di ritrovarmi in questo mondo molto affascinante.Ai miei tempi, posso dire così , non c’ erano queste belle opportunità e ascoltarti, vederti suonare , anche se certe volte non ti comprendo al 100%( per problemi miei ovviamente !) mi riempie il cuore! Sei molto diretto, semplice e direi di animo gentile. Grazie continuerò a seguirti finchè potrò
    Giovanna

  5. Ma per favore, che stupidaggine!
    Come si può basare l'analisi della musica sulla sensazione di tristezza e quella di felicità?
    E' semplicemente ridicolo!
    La marcia turca allora sarà maggiore?

    • Ciao Pollini! Non stiamo analizzando niente qui, stiamo solo cercando di capire che cosa significa "modo maggiore" e cosa significa "modo minore" in termini "terra terra". Ovviamente per far rendere accessibile a tutti questo video non mi son messo a parlare di alterazioni in chiave e cose varie ma ho riassunto il tutto parlando di tristezza e felicità.

      Se questo lo trovi ridicolo ed una stupidaggine non so che dirti!

      Che centra, la marcia truca modula in maggiore ma parte in minore!

  6. Ah, ecco: io per ora ho fatto le alterazioni in chiave solo delle maggiori, ecco perché non mi ritrovavo. Comunque ho scoperto da poco questo sito, davvero molto interessante per me che sto ricominciando il piano dopo averlo suonato da piccolo (ho 23 anni).

    • Domanda lecita la tua laurentius! Praticamente DO maggiore con Do minore non c'entra nulla, così come La maggiore con La minore non c'entra nulla. SI definiscono tonalità relative maggiori e minori quelle che hanno lo stesso numero di alterazioni in chiave! 😉

LASCIA UN COMMENTO