Home Articoli Fabio Giachino, Balancing Dreams (Tosky Records 2015)

Fabio Giachino, Balancing Dreams (Tosky Records 2015)

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Fabio Giachino, Balancing Dreams (Tosky Records 2015), 5.0 out of 5 based on 4 ratings

Fabio Giachino, Balancing Dreams (Tosky Records 2105)

giachino

Fabio Giachino si cimenta con il piano solo in questo “Balancing Dreams” pubblicato con l’etichetta Tosky Records. Il cd contiene 13 brani quasi tutti a firma dell’artista, fatta eccezione per “Thelonious” di Thelonious Monk e “The Star Crossed Lovers” di Duke Ellington.

Un pianista e il suo pianoforte. Sembrerebbe la cosa più naturale del mondo, eppure è l’incontro più difficile e pericoloso per l’artista, perché lo strumento ha infinite potenzialità, contiene un’orchestra e il lavoro di ricerca che si può portare avanti sulla tastiera dura una vita. Di questo lavoro ci colpisce proprio la capacità di Giachino far risuonare lo strumento con un fraseggio fluido, sapiente, melodico, ma anche di percuoterlo sfruttandone la capacità ritmico-percussiva, di metterne a nudo dolcezza e crudeltà.

Balancing Dreams” è il personale colloquio di Fabio Giachino con il suo strumento, un discorso che, pur tenendo conto dell’indole jazzistica dell’artista, si svolge in piena libertà di espressione. C’è il blues, c’è lo swing, c’è l’intenzione lirico narrativa delle ballad, c’è uno spirito moderno che avvolge l’atmosfera generale della registrazione, c’è l’invenzione inattesa e l’abilità di incorniciarla in un personale mood. Tra le novità proposte da “Balancing Dreams”ascoltiamo un inedito duo di Fabio Giachino con il rapper Ensi, in “Torino-New Orleans-New York”, avvicinando jazz e hip hop in un’operazione davvero inusuale che mette vicino metriche diverse.

In “Balancing Dreams” le composizioni di Giachino rivelano sempre buone idee che non si cristallizzano in forme rigide. L’amore per il jazz del pianista lascia sempre aperta la porta all’istantaneità dell’improvvisazione, nucleo essenziale del suo linguaggio.

Con questa produzione Fabio Giachino compie un ulteriore passo avanti nel percorso intrapreso con gli studi classici prima e con il perfezionamento in jazz sotto la guida di grandi maestri come Dado Moroni, Antonio Faraò, Franco D’Andrea, solo per citarne alcuni. Ha ottenuto importanti riconoscimenti per il suo lavoro vincendo premi nazionali e internazionali e il suo album, in trio con la partecipazione speciale di Rosario Giuliani,“Introducing myself”, è stato inserito nei “100 Greatest Jazz Album 2012” per la rivista Jazzit.

Tracklist: 1.Introduction; 2.Balancing dreams; 3.Thelonious (Thelonious Monk); 4.Crossings; 5.Awakenings; 6. Stride’n’rhythm; 7.Trane’s mood; 8.Underground blues; 9.Sand land; 10.Moon slice; 11.Torino – New Orleans – New York (featuring Ensi); 12.The star crossed lovers (Duke Elligton); 13.Dynamic Sounds

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO