Home Classica Esercizi di dettato melodico a cura di Pasquale Spiniello

Esercizi di dettato melodico a cura di Pasquale Spiniello

6
GD Star Rating
a WordPress rating system
CONDIVIDI
Esercizi di dettato melodico a cura di Pasquale Spiniello, 5.0 out of 5 based on 283 ratings

Con l’inizio del nuovo anno saranno in molti coloro che staranno preparando l’esame di teoria e solfeggio. Così, pensando anche a voi, ritengo utile mostrarvi un servizio veramente eccezionale e gratuito messo a disposizione del Maestro Pasquale Spiniello per quanto riguarda i dettati musicali.
Ho avuto l’onore di conoscere Pasquale un paio di mesi fa. Sono andato ad Alessandria a fare una gita e  ne ho approfittato per conoscerlo. Pasquale è insegnante di cattedra di teoria e solfeggio al conservatorio di Alessandria. Tuttavia lui è organista ed esperto in canti gregoriani.

In quel fantastico incontro ho avuto modo di conoscere molte cose: innanzi tutto il funzionamento dell’organo o meglio, degli organi. Ho fatto un bel po’ di domande a Pasquale, dato che sull’organo ero poco informato, e lui ha risposto perfettamente a tutte le mie domande, ecco il video:

Insomma in quella giornata ho provato un po’ di organi e non solo. Dato che Pasquale insegna anche in una scuola di musica gratuita, me l’ha fatta visitare e mi ha fatto smanettare un po’ sull’attrezzatura. Ho provato un pianoforte e 2 clavicembali .

E’ stata un esperienza veramente unica. Ma ora torniamo ai nostri dettati. Dopo aver presentato il maestro Pasquale Spiniello, ora vi devo presentare il suo sito, ma in particolare la sezione dedicata ai dettati melodici.

Entrando in quest’area del sito, accederai alla presentazione di un software progettato dal maestro stesso che aiuta a creare l’orecchio per eseguire i dettati. A differenza di tutti i corsi e i dettati che troviamo a pagamento online e offline, questi sono totalmente gratuiti e sono suddivisi per livello di difficoltà.

Infatti, cliccando su “Prosegui nella pagina di esercitazione”, entreremo nella pagina dei dettati veri e propri.  Sotto troverai  tre diversi livelli di difficoltà e ogni livello ha una ventina di esercizi (questi sono in costante aggiornamento). Ma cosa hanno di particolare questi esercizi che gli altri non hanno?

Oltre che ad essere gratuiti, sono esercizi interattivi. Infatti il dettato è stato scomposto letteralmente in più parti e ogni parte ha una descrizione, con un tasto “play” che avvia l’audio. La scomposizione per ogni dettato è così formata:

  • Identificazione della tonalità. Viene eseguito il La, poi la tonica della tonalità, ed infine l’accordo tonale.
  • Esecuzione integrale dell’esercizio: l’esercizio viene suonato tutto.
  • Primo passaggio: il primo passaggio comprende l’esecuzione delle prime due battute.
  • Secondo passaggio: il secondo passaggio comprende l’esecuzione della terza e quarta battuta
  • Terzo passaggio: comprende l’esecuzione della quinta e sesta battuta.
  • Quarto passaggio: comprende l’esecuzione della settima e ottava battuta.
  • Riascolto integrale: l’esercizio viene eseguito totalmente dall’inizio alla fine.
  • Soluzione dell’esercizio: l’esercizio viene mostrato tramite spartito.

Insomma è un software davvero completo e fatto bene. Lo consiglio veramente a tutti coloro che devono esercitarsi nel dettato. Con questo programma lo potrai fare anche da solo poiché è un programma davvero ben sviluppato. Non avrai bisogno di mettere in pausa o mandare indietro il brano o portarlo avanti, ogni pezzo è suddiviso. Perciò basta far ripartire la sezione che non ti è chiara per riascoltarla.

Ovviamente il mio consiglio è quello di ascoltare una data sezione non più di 3 volte prima di proseguire. Ogni conservatorio lo ripete quante volte vuole. C’è chi lo ripete 2 volte, chi lo ripete 4 volte (come Milano) ecc..

Buon lavoro!

Ps.Un grazie doveroso va da parte mio all’egregio maestro che, oltre ad essere un ottimo insegnante, è anche una persona speciale e che stimo moltissimo. Distinti saluti,

Christian

Pianosolo consiglia

6 COMMENTI

    • Anche io vorrei sapere di quali consigli si parla e in cosa siano fuorvianti e rispetto a che cosa. Inoltre, una volta individuati questi consigli fuorvianti vorrei l’indicazione di quelli corretti.

  1. Appassionato di musica ormai da una vita, ho deciso di studiare teoria musicale per poi passare alla pratica col pianoforte. Ascoltando e solfeggiando i primi tre esercizi di dettato melodico ho verificato la validità e l’importanza degli stessi per chi come me vuole imparare stando seduto davanti al notebook.
    Complimenti
    Un merito particolare per lo spirito altruista del maestro.
    Mauro

  2. Io sono appena stato "licenziato" in teoria e solfeggio! Adesso che l'ho passato posso dire che anche le lezioni dell'anno scorso sono molto utili per chi deve farlo! Ciao, continuate così!
    Francesco

  3. Ottima segnalazione !!!
    Ho provato qualche dettato melodico, e credo che sia utile e divertente anche per i "principianti autodidatti" come me.
    Sito consigliatissimo!

    Suggerirei al Maestro, se possibile, di aggiungere il tasto di "riascolto integrale" anche nella pagina con l'immagine del brano trascritto (anche se forse non serve a molto).

LASCIA UN COMMENTO