Home Articoli Enrico Zanisi, Mattia Cigalini, Right Now (2015 Cam Jazz)

Enrico Zanisi, Mattia Cigalini, Right Now (2015 Cam Jazz)

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Enrico Zanisi, Mattia Cigalini, Right Now (2015 Cam Jazz), 5.0 out of 5 based on 2 ratings

Enrico Zanisi, Mattia Cigalini, Right Now (2015 Cam Jazz)

zanisi cigalini

Ci sono strade segnate, percorsi che conducono al posto giusto, itinerari che senza segnaletica dischiudono la via alla bellezza. Sembra questa la direzione intrapresa dal pianista Enrico Zanisi e dal sassofonista Mattia Cigalini che affidano le loro creazioni musicali alla Cam Jazz con questo “Right Now”. Di entrambi avevamo avuto modo di apprezzare le doti individuali in occasione delle loro precedenti esperienze con Cam Jazz, sia Zanisi con “Keywords” (2014), che Cigalini con “Beyond” (2013).

Se è vero che l’unione fa la forza, “Right Now” rappresenta davvero un’esaltazione delle potenzialità musicali di questi due artisti, così diversi, eppure capaci di entrare in un’assoluta simbiosi artistica nelle otto tracce che compongono questo lavoro in studio.

La traccia di apertura, “The Painter”, contiene in sintesi tutto il clima del disco. L’azione del musicista è affine a quella del pittore, in entrambi i casi spesso la bellezza risiede nelle sfumature impercettibili, in un sapiente uso delle luci e delle ombre, in un bilanciamento perfetto della rappresentazione del reale per quanto questo reale sia caleidoscopico e inafferrabile. Enrico Zanisi e il suo pianoforte, il suo canto ricercato e un moderno romanticismo che ne fa un eletto dell’invenzione melodica, e Mattia Cigalini abile creatore di atmosfere, audace sperimentatore, arguto contaminatore. Un incontro di differenze che non genera contrasto, al contrario crea un suono perfettamente bilanciato fra pianoforte e sax, una sorta di contrappunto in cui da un raffinato gioco di incastri emergono nitidamente queste due anime.

Le composizioni sono firmate da Enrico Zanisi e Mattia Cigalini, con il già citato esordio “The Painter” e “When I Disappear” composte a quattro mani. Le tracce presentano una sostanziale omogeneità di clima, un’atmosfera sempre sospesa, a tratti rarefatta, ma priva di astrazioni intellettuali, sempre tenacemente ancorata alla sostanza musicale, in cui i fraseggi dei due artisti si alternano sul tessuto sonoro che vicendevolmente creano l’uno per l’altro. La melodia di “Lost Steps”, a fima Cigalini, è perfettamente complementare a quella di “Anthem” (Zanisi), in una simmetria di intenti che prende corpo nella musica, rappresentazione di una forte intesa raggiunta, di un’empatia latente che finalmente si rende visibile. Il finale, affidato a “Singe” (Zanisi), è assolutamente perfetto, una struttura che rimanda a una composizione di impianto classico, una chiusura solenne ma non definitiva, un preludio di attesa di quanto questo duo vorrà offrirci in futuro.

Un’anteprima di ascolto disponibile sul sito della Cam Jazz.

Tracklist: 1. The Painter (Cigalini – Zanisi)/ 2. Lost Steps (Cigalini)/ 3. Herr Mann (Cigalini)/ 4. Too Buth (Cigalini)/ 5. When I Disappear (Cigalini – Zanisi)/ 6. Anthem (Zanisi)/ 7. Elisir (Zanisi)/ 8. Singe (Zanisi)

 

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO